News

Candidati a Lavagna: tra rumors e nomi ufficiali, queste sono le settimane decisive

Lavagna. Lavagna attende le elezioni amministrative per avere nuovamente un riferimento a Palazzo Franzoni, dopo il periodo di commissariamento a seguito dello scioglimento per infiltrazioni mafiose, nel giugno 2016.  Sono settimane decisive queste, per la scelta dei candidati sindaco e successivamente delle varie liste di appoggio e sostegno.

Di ufficiale come abbiamo già scritto, ci sono il candidato sindaco Laura Corsi, responsabile del servizio di diabetologia della Asl 4, che finora non si era mai impegnata in politica, ed è sostenuta dalla lista “100% Lavagna” che era stata fondata da Mario Maggi, insegnante elementare, candidato sindaco nella passata tornata elettorale, che ha già avuto esperienze in Comune a Lavagna, a Chiavari, ed anche in Regione e in Provincia.

E poi c’è il geometra Andrea Giorgi, che ha esordito politicamente proprio nella lista di Maggi, dalla quale  dopo si è staccato, fondando il movimento “angaval – Lavagna che cambia”. “angaval perchè la città va al contrario, bisogna riportarla alla normalità” aveva spiegato.

Non è completamente ufficiale ma pare certa, la candidatura a sindaco del commercialista Gian Alberto Mangiante, che stando ad alcune indiscrezioni poichè lui stesso non commenta, non conferma e non smentisce, dovrebbe impegnarsi proprio per portare una competenza esclusivamente tecnica, vista anche la sua professione, che lo vorrebbe affiancato ad una lista con nomi completamente nuovi, almeno i più, ma molto conosciuti e ben visti in città, legati al mondo del commercio, del libero professionismo, dell’associazionismo, tra chi contribuirà “dietro le quinte” e chi lo farà concretamente con la candidatura della lista. Qualche appoggio politico esterno potrebbe esserci (ragione per cui sono saltare possibili convergenze con figure provenienti da esperienze di centro sinistra, come Valeria Cesaris) ma, visto che a Lavagna si parla di una possibile vicinanza di Gabriella Mondello, Mangiante è invece esplicito nel dire di non volere legami con figure del passato politico cittadino.

E i Partiti che cosa fanno? Stanno a guardare per ora. Stanno lavorando, certo, ma non si sbilanciano. Il centro destra potrebbe avere un proprio candidato, ma la Lega potrebbe anche correre da sola, anche se il Carroccio sembra propendere per l’appoggio a Mangiante ma la cosa non è definita. Il Pd, impegnato ora con le Primarie del prossimo 3 marzo, presenterà un candidato sindaco: “A giorni decideremo ufficialmente”, dice il segretario territoriale Alessio Chiappe senza volere aggiungere altro: dopo una serie di nomi che sono circolati, la scelta potrebbe cadere su qualcuno che ha già esperienza amministrativa, magari come ex assessore. Un nome che circola nei rumors di questi giorni è quello di Lorenzo Dasso. E’ stato intanto avviato un percorso di incontri e confronto da parte del gruppo di “Officina Lavagnese”. E poi c’è chi invece, dopo un’esperienza amministrativa, come assessore o consigliere, racconta che si può fare qualcosa per il bene e il fututo della città anche in altri settori, associazionismo, cultura, volontariato, senza necessariamente essere in politica.

Sul fronte Movimento 5 Stelle, dal locale Meetup ai consiglieri regionali, ancora nessun nome ufficiale, ma anche in questo caso ci spiegano che non occorrerà molto tempo per avere notizie certe: “L’importante è poter valorizzare nuovamente la città, il tessuto commerciale è in sofferenza, ed in generale ci sono molte problematiche”, commentano Andrea Lavarello, ex candidato sindaco e Fabio Tosi, consigliere in Regione Liguria. Qui, il nome caldo è quello del nuovo portavoce Daniele Di Martino.

Si è sempre detto che il Comune di Lavagna rispecchia e conferma quanto succede in politica a livello nazionale, staremo a vedere chi saranno i protagonisti della campagna elettorale 2019, e vedremo che cosa accadrà, quali proposte e progetti porteranno, e cosa accadrà ad una città che ha bisogno di ordine, pulizia, rilancio economico e turistico, rivitalizzazione del commercio e molto altro. Ma non sarà facile, la strada è tutta in salita.

 

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!