News

“Sabbia e cantiere: due pericoli a Lavagna per l’incolumità delle persone”

Lavagna. Doppia istanza del movimento civico angavaL – Lavagna che cambia.

La prima comunicazione inviata alla commissione straordinaria che regge il Comune chiede di ripulire il lungomare dai cumuli di sabbia che lo occupano dopo la mareggiata: “Si chiede la rimozione urgente dei detriti che hanno invaso il camminamento ed il ripristino delle protezioni , della ringhiera in più punti deteriorata dalla forza della mareggiata e necessitante, tra l’altro, di trattamento antiruggine generale, e del muretto delimitante il lungomare, crollato in alcuni tratti”. Spiega Andrea Giorgi che l’istanza arriva “su segnalazione di numerosi Cittadini, ed in particolare su doglianza del Padre di una bimba diversamente abile costretta in carrozzina che non può fruire del Lungomare Labonia”.

La  seconda segnalazione riguarda un cantiere a Cavi Borgo, con “interdizione di un tratto di marciapiede sulla Via Aurelia. In particolare un pericolosissimo segnale invitava i pedoni a trasferirsi sul lato opposto senza considerare

  • La mancanza di un attraversamento pedonale per trasferirsi sul lato opposto,
  • La mancanza di un marciapiede sul lato opposto,
  • La posizione su dosso ed in curva del cantiere.

Nessuna iniziativa volta a tutelare i pedoni è stata assunta se non la mera rimozione del cartello che li invita a passare sul lato opposto (inesistente ed irraggiungibile…). La situazione non è tollerabile”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!