News

Quando Genova era piegata dalla peste

Lavagna. Per iniziativa della Unitre di Lavagna e Cogorno, martedì prossimo, 15 gennaio, verrà presentato il romanzo storico “1657 – L’anno della peste” dello scrittore spezzino Roberto Palumbo. Nel 2018, il libro ha vinto il Premio Letterario PegasusEmotion ed è stato in finale per il Premio Internazionale Terre di Liguria.

Appuntamento martedì 15 alle 17.30 nella Sala Albino della biblioteca “Giovanni Serbandini –Bini” di Piazza Ravenna.

Trama – Genova, anno 1657: Il medico Piero Argentieri entra in città pochi giorni prima dell’epidemia di peste che avrebbe ucciso più della metà dei suoi abitanti. Non può scappare. Non può nascondersi. Non può far altro che subire passivamente gli stati d’animo derivanti da una situazione apocalittica. Ma, oltre a dolore, rabbia, sgomento e tradimenti, la peste gli indica anche la via dell’amore, della solidarietà e della speranza che non tutto finisca.

L’autore Roberto Palumbo, spezzino, si è laureato in Storia presso l’Università di Genova. Ha proseguito la sua attività di ricerca pubblicando una serie di studi inerenti la storia della Liguria, tra cui: La Via Aurelia. Storia di una strada della Liguria di Levante (2001), La Strada dei Giovi e il valico della Bocchetta (2003), La strada di Cento Croci (2010), La Grande Paura. La Spezia, Genova e il Levante ligure al tempo della peste (2014). Ha esordito nella narrativa con Fango. Cronache di un alluvione (2014).

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!