News

Rapallo: “Rendere pubblica la gestione dei parcheggi. Ci uscirebbe un palazzetto dello sport”

Rapallo. Le liste che sosterranno a maggio la candidatura a sindaco di Andrea Carannante, ovvero “Libera Rapallo” e “Rapallo civica”, intervengono sul tema dei parcheggi a pagamento e dicono:

“Da più di due anni è scaduta la concessione per la gestione dei parcheggi a raso del nostro Comune. L’attuale concessionario, continua a gestire la sosta a pagamento in virtù di molteplici proroghe concesse dalla Giunta municipale. Causa di ciò, il contenuto del bando posto a base di gara ormai nel 2016, che ha regolato la raccolta delle offerte delle aziende partecipanti ed ha generato un ricorso al TAR da parte di un soggetto concorrente, poi vinto, per forti limitazioni alla concorrenza e la presenza di clausole arbitrarie. Un bando sbagliato ed impugnato, che testimonia, ancora una volta, l’incapacità progettuale di questa Amministrazione.

Il risultato è che ad oggi, pur avendo svolto con fatica la gara, non esiste un nuovo concessionario che possa gestire i 318 stalli posti in aggiudicazione. Altri ricorsi al TAR, aziende che si sono nel frattempo defilate, sono le cause di questo ulteriore immenso ritardo. Quando le cose non sono fatte bene, questi sono i risultati ed il relativo disservizio grava sulla pelle dei cittadini”.

Se questo è lo stato attuale, le due liste civiche lanciano la loro proposta alternativa, che mettono come punto del loro programma elettorale: “Municipalizzare i parcheggi di Rapallo. Un provvedimento semplice e attuabile che renderebbe più agevole ed economica la sosta in città.

Un progetto in fase di elaborazione che porterebbe introiti importanti per le casse del Comune e posti di lavoro, con tariffe gratuite e/o agevolate per i residenti e contenimento dei prezzi per gli ospiti, parcheggi più larghi, prevedendo inoltre anche l’uso delle più moderne tecniche di pagamento come Telepass e Telefonini, la tutela delle fasce più deboli e nuovi stalli gratuiti per i disabili.

Pensiamo che l’attuale gestore abbia incassato mediamente, per ogni anno di gestione, circa 900.000 €, al netto degli importi derivanti dalle sanzioni che possiamo ipotizzare in circa 100.000 € annui, per un totale quindi di 1 milione di euro all’anno.

L’importo messo a base di gara e da garantire al Comune per 5 anni è stato di 380.000 € per anno da pagarsi in forma anticipata a cura del Concessionario.

La gara è stata poi aggiudicata (ma non se ne vedono ancora i benefici) premiando un rialzo del 51% per un totale quindi di poco più di 570.000 €

In sostanza il Comune perde, con la gestione dei parcheggi pubblici da parte privati, circa 430.000 € annui. E’ paradossale, ma è così. Una somma veramente considerevole. Provate a moltiplicare tale importo per i 5 anni di gestione. Il risultato dà 2.150.000€: cioè una somma poco più alta di 2 milioni per quinquennio. Un importo che se disponibile nelle casse comunali, potrebbe essere gestito per nuovi investimenti o servizi in Città. Una somma assolutamente sufficiente, ad esempio, per costruire, con fondi propri. un Palazzetto dello Sport di cui Rapallo è deficitaria. Una struttura pubblica da concedere in uso alle oltre 60 società sportive di Rapallo oltre a divenire immobile di rappresentanza per tutta la nostra Comunità della quale rafforzare il senso di appartenenza.

Rapallo deve reagire, Rapallo ha bisogno di un cambiamento, di un’alternativa per dire basta alle politiche semplici, compiacenti e di breve termine”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!