News

Mareggiata, 8 milioni per dighe, porti e spiagge. 6,5 per le urgenze. Ecco a chi

renà

Il Dipartimento nazionale di Protezione civile ha approvato oggi l’elenco degli interventi sostenuti dagli Enti territoriali liguri per far fronte ai danni della mareggiata che ha colpito il litorale lo scorso ottobre, coprendo dunque le spese sostenute nell’immediato: non tutto quello che è stato speso da alcuni Comuni, sicuramente, così come per la ricostruzione serviranno sicuramente molti  altri fondi. In totale, infatti, si tratta di 6,5 milioni, “che si vanno ad aggiungere al milione e mezzo di risorse già stanziate da Regione Liguria”, come spiega, in una nota, la stessa Regione.

Nel totale, 2,7 milioni serviranno per coprire le spese sostenute dai Comuni per interventi di assistenza, soccorso e tutela della popolazione e i restanti 4,7 milioni di euro per il ripristino dei servizi di viabilità.

Tra i quindici Comuni beneficiari nel territorio della ex provincia di Genova, il Tigullio ha ovviamente una parte determinante. Ecco il dettaglio, con i Comuni elencati in ordine alfabetico:

6mila euro al Comune di Ne, evidentemente in relazione alla frana di Statale, soprattutto per il noleggio di mezzi (probabilmente i gruppi elettrogeni, visto che l’area era rimasta senza corrente).

Al Comune di Portofino il totale è 480mila euro, soprattutto per il noleggio di idrovore e mezzi mecanici, anche se ci sono nel conto anche alloggi di personale di emergenza e acquisto di beni per i sevizi essenziali.

A Rapallo 208.591 euro.

A Santa Margherita, 172.260 euro.

A Sestri Levante 63.669.

A Zoagli 24.143.

Alla Città metropolitana di Genova, per interventi sulla propria viabilità (vi rientra la strada tra Santa Margherita e Portofino) 205.339.

Prosegue poi la nota della Regione: “

Accanto a questi interventi che potranno essere finanziati subito si aggiungono ulteriori 8 milioni di euro stanziati nella Legge di Stabilità per le difese a mare in Liguria. Si tratta di risorse che saranno gestite dal commissario delegato per l’emergenza Giovanni Toti e destinati in particolare a quei territori maggiormente colpiti dalla mareggiata come, tra gli altri Imperia, Santa Margherita, Sestri Levante, Monterosso, Moneglia, Lavagna. L’elenco preciso degli interventi previsti, è in corso di definizione da parte della struttura commissariale.

“Questi finanziamenti sono molto importanti perché vanno a coprire le esigenze manifestate dal territorio a cui i Comuni hanno già dato una prima risposta – spiega l’assessore regionale alla Difesa del Suolo Giacomo Giampedrone – A queste risorse si vanno ad aggiungere 1,5 milioni di euro di risorse regionali che Regione Liguria ha stanziato immediatamente dopo la mareggiata che ci hanno consentito di intervenire subito nelle situazioni più gravi come ad esempio nell’arteria di collegamento tra Portofino e Santa Margherita.  Si tratta di un primo sforzo a cui il Governo ha voluto anche dare una risposta positiva, ma ci aspettiamo ulteriori risorse indispensabili a risanare tutti i danni.  Come Protezione civile regionale ci siamo mossi subito per provvedere a stilare un elenco dettagliato di tutti i danni subiti e siamo in grado, non appena arriveranno materialmente le risorse, di distribuirle ai Comuni danneggiati”.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!