News

Nella mostra al chiosco spunta il primo dipinto sulla mareggiata

Rapallo. Andrea Nastasi, 29 anni, rapallese, è il primo artista ad aver realizzato un’opera che richiama la mareggiata che ha colpito Rapallo e il Tigullio lo scorso ottobre. Il titolo del quadro è, appunto, “29/30”. Nastasi lo ha donato questa mattina al sindaco Carlo Bagnasco, in occasione dell’inaugurazione della mostra “E continuo l’altra metà”, patrocinata dal Comune di Rapallo, che lo vede in esposizione assieme ad altri lavori dell’artista presso il Chiosco della Musica. Nel quadro si vedono gli scafi di due imbarcazioni arenate tra i detriti e l’Antico Castello sul Mare che svetta e resiste imperterrito alla forza delle onde, a simboleggiare la forza della Città nel ripartire dopo la devastazione.

Sono opere particolari, quelle realizzate dal giovane artista di Rapallo. In primis per i materiali utilizzati: il principale è la carta igienica, modellata con una tecnica che ricorda la cartapesta.

Le tematiche sono varie: oltre ai due quadri che richiamano gli eventi del 29 e 30 ottobre (uno è “29/30”, l’altro richiama la vicenda dei 21 marinai che hanno rischiato di essere trascinati via dalla furia delle onde nel porto di Rapallo in quella notte che ha scritto una pagina indelebile nella storia della città), emergono riferimenti legati all’esperienza personale dell’artista, l’amore per i cani, argomenti di grande importanza e attualità come il no alla violenza sulle donne. (Nella foto, con il quadro, ci sono l’artista ed il sindaco Carlo Bagnasco).

La mostra rimarrà in allestimento fino a sabato 5 gennaio.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!