News

Mareggiata a Santa Margherita, porto: stop alla Procedura Burlando. Donadoni: “Non si può riqualificare qualcosa che non esiste più”

accattonaggio
 
Santa Margherita Ligure. La mareggiata del 29 ottobre scorso ha stravolto il litorale marino e, in particolare, ha spezzato in due la diga foranea a Santa Margherita Ligure, rendendola in parte inagibile e necessitante di ingenti interventi di messa in sicurezza. Una prima stima, effettuata nell’imminenza dell’evento calamitoso, ha calcolato i danni – per messa in sicurezza, ripristini e potenziamento delle opere di difesa – in circa 15 milioni di euro.

Il sindaco Paolo Donadoni si è immediatamente attivato con tutte le istituzioni preposte – Ministero, Regione e Provveditorato che ci sono stati vicini da subito – per le opere più urgenti da effettuarsi a difesa della città e per essere pronti ad affrontare la prossima stagione turistica. Il porto rappresenta infatti una delle priorità su cui l’amministrazione è impegnata.

“Palese l’incidenza di tale situazione sulla Procedura Burlando per la riqualificazione del porto che era stata attivata nel 2011 e di cui, attualmente, era in fase di verifica il progetto definitivo da parte degli uffici comunali” recita una nota diffisa dal sindaco.

“Il RUP (responsabile unico del procedimento – in questo caso ing. Feriani dirigente Area 4 del comune di SML ) ha inviato una missiva alla società Santa Benessere per comunicare l’avvio del procedimento finalizzato alla archiviazione sia della richiesta di concessione demaniale marittima sia dell’approvazione del relativo progetto definitivo, previa verifica della necessità di apportare al progetto preliminare approvato varianti di tipo sostanziale che non sono ammissibili in questa fase della procedura”.

Secondo Donadoni occorre essere realisti e prendere atto dello stato attuale delle cose, stravolto dalla mareggiata di fine ottobre, “non si può pensare di riqualificare qualcosa che non esiste più nella sua pregressa consistenza, e che richiede di venire non solo ripristinato ma anche ripensato e potenziato per ragioni di pubblica sicurezza, con spese ingenti che rendono superate le precedenti progettazioni”.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!