News

Monte di Portofino, emergenza, lavori, polemiche. Un fotoracconto

Portofino. Ecco, per immagini, come i sentieri  del Monte di Portofino sono stati utilizzati, modificati (più o meno) per far fronte all’esigenza di dare dei collegamenti a Portofino, in caso di emergenza, per o meno, dopo la mareggiata di fine ottobre che ha distrutto la strada provinciale.

Quello ultimato, senza polemiche da nessuna parte, è l’intervento del Genio militare per adattare il sentiero principale, quello tra il Kulm e Portofino, con accesso ai mezzi previsto dall’area delle antenne della Rai e utilizzo, garantisce il Comune di Portofino, solo per mezzi piccoli e in caso di emergenze e di blocco dei battelli per il mare mosso.

Dai primi giorni dopo la mareggiata il sentiero è usato anche per portare via parte della spazzatura di Portofino

I segni delle gomme alle Pietre Strette, luogo simbolo del Monte

In alcuni (pochi) punti si è scavato per ricavare lo spazio per una manovra o l’incrocio di due veicoli

Se le modifiche sul percorso Portofino Vetta – Portofino Mare non si notano quasi, il fronte ambientalista ha contestato l’intervento sul sentiero “delle Gave”, tra Nozarego e il Mulino del Gassetta, che va poi a innestarsi proprio sul percorso principale. Si lavorava per adattarlo al passaggio di veicoli a due ruote. Dopo l’iniziale assenso al complesso delle richieste di somma urgenza presentate dal Comune di Portofino, ora l’Ente Parco dice che questi lavori vengono fermati: il percorso già completato sull’altro  sentiero e l’inizio dei lavori per la passerella pedonale lungo mare renderebbero inutili altri interventi. Secondo quanto riportato da Italia Nostra, però, nel mentre,  il sentiero delle Gave è già stato oggetto di verifiche da parte dei carabinieri forestali.

Alcuni tratti del sentiero sono stati coperti con il cemento

Le reti che ancora non sono state collocate per rinsaldare il fondo in cemento

Le opere erano state richieste come provvisorie, ci si chiede se i tratti in cemento saranno poi ripristinati o resteranno così

Il punto che fa più discutere, anche se facile da smontare: l’impalcato che copre il tratto di scala, sul quale avrebbero dovuto passare i motorini

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!