News

Asl 4, nuove polemiche durante il consigio regionale

Genova. Volumi della mobilità passiva e attiva nella ASL 4, il consigliere regionale Luca Garibaldi (Pd) ha presentato un’interrogazione per chiedere alla giunta, nel dettaglio, il volume economico annuale della mobilità passiva dell’azienda sanitaria, suddiviso per gli anni 2014/2015/2016 e 2017, quali siano le venti principali prestazioni oggetto della mobilità passiva, verso quali regioni si siano concentrate le mobilità passive, e ancora, il volume economico annuale della mobilità attiva, le venti principali prestazioni oggetto della mobilità attiva della ASL 4, con il dettaglio del numero e del valore economico delle stesse e  da quali regioni si sono concentrate le mobilità attive per gli anni 2014/2015/2016 e 2017.

L’assessore alla sanità Sonia Viale ha puntualizzato: “Cominciano ad arrivare un numero interrogazioni scritte con richieste di dati che vanno oltre quelli conservati dalle ASL e che richiedono un’elaborazione che presuppone un importante lavoro. In questo caso non si tratta di una semplice richiesta di accesso agli atti, ma di un’elaborazione “ex novo” che gli organi di controllo, dal Ministero alla Corte dei Conti, non ci chiedono, quindi è un’attività ulteriore che richiede molto tempo da parte degli uffici”. L’assessore ha ricordato al consigliere di avere sempre risposto puntualmente alle sue interrogazioni e ha aggiunto: “Poiché non si tratta di una situazione sporadica dobbiamo fare chiarezza rispetto al tipo di richieste dei consiglieri” e ha chiarito che gli stessi possono anche attingere agli organismi di controllo quali Corte dei Conti e Mef.

 La risposta dell’assessore ha sollevato polemiche da parte dei consiglieri di minoranza i quali hanno ribadito che Viale avrebbe dovuto fornire i dati richiesti: Sergio Rossetti (Pd) ha chiesto la sospensione della seduta per convocare una riunione dei capigruppo. La richiesta è stata respinta dalla maggioranza.

Nel dibattito sono intervenuti Matteo Rosso (FdI), Claudio Muzio (FI), Alice Salvatore (Mov5Stelle), che ha chiesto nuovamente la sospensione della seduta, Luca Garibaldi e Giovanni Lunardon del Pd, Gianni Pastorino e Francesco Battistini di Rete a Sinistra&liberaMENTE Liguria. Alessandro Puggioni (Lega Nord Liguria-Salvini) ha chiesto di sospendere la seduta per incontrare i lavoratori della Astaldi (la società incaricata di ricostruire il nodo ferroviario di Genova che alcuni giorni fa ha chiesto la cassaintegrazione per gli addetti e la sospensione dei lavori).

Il presidente Giovanni Toti si è associato alla richiesta di Puggioni e, nel merito della polemica sollevata dalla minoranza, ha puntualizzato che l’elaborazione dei dati, forniti dalla giunta su richiesta dei consiglieri attraverso le interrogazioni, spetta agli stessi consiglieri.

Il presidente del consiglio regionale Alessandro Piana ha sospeso la seduta per permettere l’incontro con i lavoratori della Astaldi.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!