News

Problemi e vincoli per verniciare le barche al porto di Lavagna: “Aspettiamo Toti”

Lavagna. “Gli imprenditori lavagnesi attendono da tempo risposte chiare e immediate sulle limitazioni all’attività di manutenzione meccanica e verniciatura dei natanti nel porto di Lavagna”.

Così il consigliere regionale Fabio Tosi, in merito all’articolo 318 bis e seguenti del Codice ambientale, che ridimensiona l’utilizzo di sostanze ritenute dannose per l’ecosistema. Il codice vieta in particolare di compiere manutenzioni meccaniche che prevedano riparazioni con resine, stuccature, carteggiature, levigatura, e di verniciatura a rullo o a pennello (proibiti sarebbero finanche i ritocchi). Limitazioni che, secondo gli oltre 170 operatori del settore, sta creando enormi difficoltà con pesanti ripercussioni occupazionali.

“Stiamo parlando di una norma regionale, risalente ancora al governo Burlando, che non incide realmente sulla tutela e la salvaguardia dell’ambiente, bensì, e pesantemente, sull’economia del porto di Lavagna, che sta pagando il prezzo più alto a queste limitazioni”, spiega Tosi.

“Avevamo già affrontato la questione a inizio anno, con un’interrogazione rivolta all’Assessore Giampedrone – continua il consigliere – e benché egli abbia scritto al Ministro Costa, la questione è rimasta inspiegabilmente in sospeso. Come mai, dopo quasi 3 mesi dall’apertura del Ministero dell’Ambiente, non è ancora stata approntata una delibera di Giunta che faccia chiarezza e permetta a questo comparto, vitale non solo per Lavagna ma per tutta la Regione, di operare?”.

“Confidiamo in un atto di Giunta a stretto giro, affinché centinaia di lavoratori del settore non rischino il posto – conclude Tosi -: stando così le cose, molti proprietari di barche si spostano altrove per le riparazioni, con gravi perdita di commesse per le banchine lavagnesi e, di conseguenza, per l’intero indotto cittadino”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!