News

Mareggiata a Rapallo, il consiglio comunale ha approvato quattro ordini del giorno all’unanimità

Rapallo. E’ terminato poco fa il consiglio comunale di Rapallo. “Alzarsi la mattina e cercare un colpevole non è positivo”, ha detto il sindaco Carlo Bagnasco. “Non siamo qui per cercare colpevoli,  ammesso che ce ne siano – fa eco Giorgio Tasso con un argomento comune a tutta la maggioranza – ma per far ripartire la città”. In particolare, Tasso indica la necessità del servizio dei battelli.
In apertura sono intervenuti anche i tecnici incaricati dall’amministrazione di seguire le vertenze della vicenda, avvocati Luigi Cocchi e Sergio Maria Carbone e l’ingegner Pietro Misurale, secondo il quale la ricostruzione del porto “è opera molto onerosa ma tecnicamente non difficile, specie con gli strumenti attuali”.
In primo pianodunque i danni provocati dalla forte mareggiata. Tutta l’opposizione nel consiglio comunale di  ha chiesto chiarezza sugli aspetti dell’evento meteomarino del 29 e 30 ottobre scorsi. “Speriamo che qualcuno abbia colpa – ha detto Armando Ezio Capurro – così ci facciamo pagare i danni”. Il Comune ha già speso 400 mila euro per i primi interventi. “In Grecia in città molto più piccole lo stesso fenomeno ha scavalcato il porto senza distruggerlo” ha aggiunto Paola Tassara mentre Giorgio Costa ha chiesto il programma delle priorità della ricostruzione. In base alle risorse che ci saranno “perché già la prima tranche stanziata da Roma è inferiore agli auspici”, ha spiegato Bagnasco.
Alla fine dei sei ordini del giorno depositati ne sono stati votati quattro, tutti approvati all’unanimità. Due di Mauro Mele (Pd) per chiedere agli enti superiori sostegno al comparto della pesca e per chiedere priorità agli interventi ancora da eseguire sul San Francesco. Uno di Federico Solari (M5S) e uno di maggioranza per investire la giunta del dovere di procedere alla ricostruzione. Quello di maggioranza dice di “proseguire” nell’opera di concerto anche con il concessionario del porto.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!