News

La mareggiata ha mutato il fondale di San Michele

Rapallo. Il fine settimana ha visto impegnati, sia ieri che oggi, i volontari legati allo Style Diving, con i titolari dello stesso, nella pulizia dei fondali del mare di San Michele,

per “rimuovere dai fondali della baia diversi materiali inerti e inquinanti che giacciono non cosi visibili perché sommersi”, come spiegano i protagonisti dell’iniziativa. Si tratta di una attività funzionale alla ripresa del servizio di immersioni guidate, anche se, scomparso nelle onde il molo di San Michele (nella foto), il diving attende l’autorizzazione a poter imbarcare e sbarcare direttamente dalla spiaggia. La certezza è che, anche se l’acqua è rimasta pulita, dopo la mareggiata del 29 e 30 ottobre, non c’è più la tradizionale prateria di posidonia ma i volontari hanno lavorato per risistemare il possibile: “Anche la porzione di ambiente così preziosa celata dal mare, che da sempre impreziosisce con la sua grande biodiversità questa splendida baia, ha subito la furia della tempesta e stiamo cercando tutti insieme di ripristinare questo tesoro sommerso”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!