News

Prodotti enogastronomici locali: si mettono in vetrina e si vendono via Facebook

Sestri Levante. I tempi di attuazione saranno legati all’effettiva erogazione del contributo, che è inserito nel Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020 e, per la precisione, alle misura 16.04, quella di “Aiuti per la promozione e lo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali”.

Mediaterraneo Servizi, la società del Comune di Sestri Levante che ne è soggetto coordinatore, ha però, intanto, presentato giovedì scorso un progetto di oltre 100.000 euro, tutti coperti, appunto, dal Psr, in caso di aggiudicazione. Secondo il progetto, presso il Convento dell’Annunziata si svolgeranno molte attività promozionali di presentazione, dimostrazione, degustazione. Del resto,  nelal sede è già presente “Baie del Gusto”, vetrina enogastronomica del territorio nata attraverso l’asse Terragir.

Il progetto comprende diversi filoni ulteriori, come promozione commerciale mirata ai soggetti partecipativi del comprensorio, quali Consorzi di operatori turistici, CIV e Associazioni di Categoria del Commercio e della ristorazione, attraverso azioni divulgative ed eventi B2B locali. Poi, realizzazione di semplici disciplinari di utilizzo delle materie prime provenienti dalle filiere agricole e prodotti afferenti al comparto dell’Olio e del Vino, da proporre al comparto del commercio di qualità e della ristorazione anche con il coinvolgimento delle Amministrazioni locali, in particolare della costa, premianti per gli esercenti grazie a particolari strumenti identificativi e di promozione.

A disposizione dei produttori locali, arriverà anche una innovativa piattaforma web e social di e-commerce, Airshop, che consente con estrema facilità la vendita online, grazie anche all’utilizzo di un profilo Facebook o di una interazione via chatbot con il consumatore finale.

Commenta Marcello Massucco,amministratore unico di Mediaterraneo Servizi “ Il contesto territoriale di Sestri Levante conta alcune delle aziende agricole e di produzione agroalimentare più dinamiche e strutturate del comprensorio, che si espande con grande ricchezza di produzione in tutta la Val Petronio e fino all’alta Val di Vara, con la Valle del Biologico. Allo stesso modo, tutta l’area che va dalla piana di Lavagna, le colline di Leivi, e poi tutto l’entroterra che si sviluppa tra Val Graveglia, Valle Sturla, Val d’Aveto e Val Fontanabuona, costituisce un territorio ricchissimo di produzioni di una filiera con caratteristiche di grande varietà e qualità nelle produzioni. Tale comprensorio ben si presta ad essere rappresentato all’interno delle azioni promozionali concentrate a Sestri Levante, ed è sicuramente un ottimo veicolo di promozione turistica e culturale della costa tra Portofino fino a Moneglia. Ringrazio particolarmente la Cooperativa Olivicoltori di Sestri Levante per aver aderito convintamente al progetto PSR”.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!