News

Ci sono i soldi! Due scuole tutte nuove in entroterra, più sicurezza a Chiavari

Ferrada (nella foto l’edificio attuale), Conscenti di Ne, ma pure Chiavari e, in misura minore, Zoagli: è una pioggia di denaro quella che arriva dallo Stato, attraverso la Regione, per la sistemazione in chiave antisismica delle scuole.

Nell’entroterra, si festeggia, con il 100% del finanziamento che era stato richiesto sia a Moconesi che a Ne. Nel primo caso, l’amministrazione Trossarello prevede l’abbattimento e la ricostruzione, nella stessa sede, della scuola primaria di Ferrada, che già è stata dicharata inagibile, con trasferimento degli alunni nel plesso della media di Gattorna. Il progetto è da 2,6 milioni: dalla Regione ne arrivano 2 milioni e 106mila euro, poi il resto si raggiunge con il bonus termico e un piccolo contributo del Comune. Discorso identico per Ne, che vuole costruire un nuovo plesso vicino al campo sportivo e che, nel frattempo, ha mantenuto in funzione la scuola adiacente il palazzo comunale: arrivano 1 milioni e 115mila euro, 100% del finanziamento richiesto, e con gli stessi percorsi si raggiunge la cifra completa del progetto.

Nel lotto di finanziamenti annunciati, rientra anche Zoagli, con 300mila euro per l’adeguamento antisismico del palazzo della primaria Teramo Piaggio.

A Chiavari, il beneficiario, in realtà, è la Città metropolitana di Genova, perché i quasi 2 milioni erogati (1.946.000) vanno per sistemare i palazzi del liceo Marconi Delpino e dell’Itc “In Memoria dei Morti per la Patria”.

In totale, in Liguria, sono 27 gli interventi che vengono finanziati: “Grazie all’ottima collaborazione istituzionale e alla nostra azione in Conferenza delle Regioni – annuncia infatti il presidente, Giovanni Toti – abbiamo ottenuto l’assegnazione di 36 milioni di euro per la messa in sicurezza delle scuole liguri. Un grande risultato e un aiuto concreto per Province e Comuni che potranno effettuare interventi di adeguamento sismico e, in alcuni casi, costruire nuove scuole. Ringraziamo il Ministro Bussetti per l’impegno dimostrato”.

Fa eco l’assessore Marco Scajola: “Siamo molto soddisfatti del riparto dei fondi per l’edilizia scolastica – afferma l’assessore all’Urbanistica ed Edilizia Marco Scajola – che è nettamente superiore ai fondi attributi in prima battuta nello scorso triennio. Con questo primo stanziamento consentiremo a comuni e province di realizzare decine di  interventi strutturali, nuove scuole più sicure e moderne, adeguamenti antisismici. La scelta di differenziare le risorse a favore anche delle amministrazioni provinciali e dei piccoli Comuni è stata apprezzata e ha consentito anche agli enti locali meno strutturati di concorrere con successo.”

“Nelle prossime settimane – prosegue Scajola – verranno ripartite anche le risorse per l’adeguamento antincendio degli edifici scolastici che porteranno i fondi complessivamente stanziati ad una cifra prossima ai 40 milioni di euro. Si tratta solo della prima tranche di finanziamenti a cui seguiranno nei prossimi anni ulteriori risorse sull’antisismica, già promesse dal Ministro in occasione dell’accordo in Conferenza unificata”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!