News

Spiaggia, pennelli, scalette, stabilimenti balneari: i danni a Lavagna. Le immagini

Lavagna. La furia del mare, lunedì scorso, ha portato danni ingenti anche a Lavagna. Un buco, cosiddetto “fornello”, si è aperto sul lungomare a Cavi, all’altezza dei Bagni Aldebaran, con il crollo di un muretto. Le onde hanno sfondato tutte le strutture di difesa degli stabilimenti balneari, portando via attrezzature e devastando tutte le aree in legno. Diventa una corsa contro il tempo quella per risistemare in vista della prossima stagione, anche se, nell’immediato, si opta per una messa in sicurezza con cui trascorrere l’inverno.

Quanto alle strutture pubbliche, il mare si è portato via quattro scalette di accesso alle spiagge e ha devastato le aiuole della passeggiata. La spiaggia libera tra la stazione e il primo pennello (nella foto principale) appare largamente “mangiata” dalle onde e i pennelli che devono difendere il litorale sono, a occhio, decisamente ridotti nelle dimensioni. Servirebbe dare corso al progetto, esistente da tempo ma molto oneroso (oltre il milione di euro) per allungarli, mentre, ad ogni mareggiata importante, perdono dei pezzi. Allo stesso modo, la passeggiata è di nuovo ricoperta di tonnellate di sabbia e di pietrame buttate dal mare.

Ovviamente, riversate anche tonnellate di detriti e sottopassi da ripulire.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!