News

Confermata l’apertura degli eventi dell’Accademia Culturale di Rapallo: “E’ un segno di continuità e rinascita”

Rapallo. Ogni anno, l’inizio del mese di novembre coincide a Rapallo con l’inaugurazione dell’anno accademico della Accademia Culturale di Rapallo. Anche in questo novembre funestato dagli eccezionali avvenimenti meteomarini che hanno colpito la città, è stato deciso di dare un segno di continuità e di rinascita, confermando la cerimonia di inaugurazione domani, sabato 3 novembre alle ore 16 al Teatro Auditorium delle Clarisse.

La manifestazione sarà l’occasione per presentare il programma dell’offerta formativa dell’anno 2018/2019 intitolato “Civilità e Cultura in Europa”: ventiquattro corsi di lingue e laboratori con ventidue docenti, che spaziano dalla letteratura all’arte, dalla musica al teatro alle materie scientifiche, sette tavole rotonde, conferenze a Villa Queirolo con sessanta docenti, tutti i giorni da novembre a maggio 2019: prevista anche la collaborazione con associazioni culturali locali e con gli istituti scolastici superiori, nonché l’apertura straordinaria nel periodo natalizio.

“In un momento di profonda tristezza della popolazione rapallese, l’inaugurazione dell’Accademia sarà la prima occasione in cui ritrovarsi e darsi il coraggio che tutti stanno cercando per risollevare le sorti della città, cominciando con la cultura. Per questo invito a partecipare all’inaugurazione” dice il presidente Giorgio Karalis, che ha contribuito con tutto il consiglio di amministrazione e i docenti all’importante riscontro ottenuto”.

Il sindaco, Carlo Bagnasco ricorda il traguardo importantissimo raggiunto in questo 41° anno dalla fondazione dell’Accademia Culturale di Rapallo, pensata e fondata nel 1978 dall’allora sindaco Ruffini. “Un fiore all’occhiello per la città di Rapallo che in virtù di questa realtà, può vantare una significativa attenzione alla cultura, diffusa in tutte le sue forme, durante l’attività di ogni anno accademico”.

“L’Accademia Culturale di Rapallo, – osserva Mentore Campodonico, presidente del consiglio comunale – è stata la prima Università dell’ “Età d’Oro” in Italia ed è nata quarantuno anni fa per iniziativa del compianto professor Francesco Maria Ruffini. Negli anni sta crescendo in termini di qualità e partecipazione, come dimostra l’alto numero di iscritti”.

Nel corso dell’evento, i saluti del presidente del consiglio comunale e la presentazione dell’anno accademico saranno intervallati da intrattenimenti musicali.

Lunedì 5 novembre, poi, alle 16,00 aVilla Queirolo si terrà la conferenza inaugurale del presidente Giorgio Karalis, dal titolo “La libertà del cittadino nella Polis greca e nell’Unione Europea”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!