Video

Nuova vita al parco botanico di Villa Rocca: ecco il progetto vincitore del concorso di idee per valorizzare l’area

Chiavari. Nell’ambito dell’accordo quadro stipulato tra il Comune di Chiavari e l’Università di Genova – Dipartimento di Architettura e Design, si è concluso il concorso di idee “Valorizzazione paesaggistica e botanica del Parco di Villa Rocca” a cui hanno partecipato gli studenti del corso di architettura del paesaggio contemporanea, corso di laurea magistrale interateneo in progettazione delle aree verdi e del paesaggio. Obiettivo del concorso la creazione di un’idea progettuale che, tenendo conto del valore paesaggistico del parco, possa essere funzionale al recupero e arricchimento delle collezioni botaniche e delle offerte culturali e didattiche del Parco Botanico di Villa Rocca.

La premiazione e l’esposizione dei progetti si è svolta nel Parco di Villa Rocca (serre del Tempietto pompeiano) alla presenza del sindaco Marco Di Capua e dell’assessore ai lavori pubblici Massimiliano Bisso.

Il gruppo di studenti composto da Martina Cazzaniga, Marco Casali, Davide Grasso, Cecilia Loddo, Federica Tamburini ha ottenuto il 1° premio di 1.500 euro. Nel progetto risulta correttamente sviluppato il tema del concorso in tutte le sue componenti, si evidenzia un arricchimento delle specie botaniche con conseguente aumento delle potenzialità del parco per l’attrattiva nei confronti della cittadinanza e dei turisti. Il progetto ha considerato aspetti funzionali e criticità rispetto alla carenza di specie ed alle sistemazioni delle aree esistenti, e ha individuato interventi mirati di possibile realizzazione, che potrebbero rendere il giardino interessante in tutti i periodi dell’anno.

Al gruppo composto da Fiorenza Basso, Simone Cosenza Simone, Elisa Ferraro, Chiara Malagò, Marco Vomiero è stato assegnato il secondo premio di 500 Euro. Il progetto ha focalizzato l’idea progettuale sulla conservazione e valorizzazione dei caratteri storico-botanici di un ambito particolarmente interessante collegandolo con una visione più ampia nel contesto urbano. Ha individuato dei percorsi di fruizione del parco con utilizzo degli stessi per valorizzare i punti di vista panoramici sulla città. Il progetto ha espresso con chiarezza delle indicazioni con individuazione delle diverse aree senza prendere in particolare considerazione un eventuale possibile diverso utilizzo delle strutture esistenti.

Secondo il sindaco, Marco Di Capua, “La partnership operativa tra Comune – Università di Genova ha il fine di realizzare progetti di sviluppo e servizi congiunti che rendano la città sempre più dinamica, attiva e al passo con i tempi: progetti che possano diventare la base su cui costruire un’opera di valorizzazione delle nostre eccellenze, in questo caso del parco botanico di Villa Rocca. Come è accaduto per i progetti del Rupinaro, gli studenti si sono impegnati nella costruzione di diverse ipotesi con focus sulla riqualificazione del giardino e la valorizzazione botanica dello stesso. Il parco è un’oasi in pieno centro cittadino, interessante sia per la quantità che per la varietà di piante presenti, un unicum che testimonia la moda nata in Liguria di coltivare all’aperto alberi e fiori provenienti dalle aree equatoriali. La mia giunta ha approvato il progetto definitivo per il recupero di tutto il Parco Rocca, che prevede il restauro della pavimentazione dei vialetti, la sistemazione dell’area intorno al laghetto, l’abbellimento delle spalliere intorno alla vasca e la sostituzione dei tavolati. In totale abbiamo investito circa 171 mila euro, grazie anche ad un cofinanziamento della Regione Liguria. A breve inizieranno gli interventi per la realizzazione della nuova facciata di Palazzo di Villa Rocca, mentre sono partiti i lavori di messa in sicurezza e restauro del Padiglione del tè”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!