News

Comuni, svolta per finanziare gli investimenti

Genova. Gli enti locali potranno utilizzare liberamente gli avanzi di amministrazione per finanziare investimenti relativamente al 2018: è questa la novità contenuta nella circolare n. 25 diffusa dalla Ragioneria generale dello Stato e indirizzata a Comuni, Città Metropolitane e Province.

Lo sblocco degli avanzi era atteso dopo le due sentenze della Corte Costituzionale (n.247 del 2017 e n. 101 del 2018) che avevano colpito le regole del pareggio di bilancio sui conti di Comuni, Regioni, Province e Città Metropolitane.

Nella circolare, che recepisce le sentenze, si legge che l’avanzo di amministrazione “rimane nella disponibilità dell’ente che lo realizza e non può essere oggetto di prelievo forzoso attraverso i vincoli del pareggio di bilancio”.

Esprime soddisfazione per il provvedimento il coordinatore della commissione Finanza locale ANCI Liguria Gianluca Buccilli, vicesindaco di Recco e assessore al bilancio: “Questa circolare premia i Comuni virtuosi, che negli anni passati hanno amministrato con equilibrio e parsimonia – commenta – e riafferma il principio secondo il quale l’avanzo di amministrazione rimane nella disponibilità dell’ente locale che lo ha realizzato. Questo risultato è anche l’esito dell’attività svolta da ANCI a tutti i livelli di responsabilità”.

 

 

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!