News

“Sul porto ormai dobbiamo decidere noi. Contatti con Santa Benessere irrispettosi”

Santa Margherita. Rivendicano l’autonomia decisionale della commissione di cui fanno parte Carmela Pinamonti (presidente della stessa, consigliera di maggioranza ma defilata. Nella foto), Fabiola Brunetti (Insieme-Santa nel cuore), Jolanda Pastine (Progetto per Santa) e Andrea Bernardin (La Voce della Città).

Lo fanno con una lettera al dirigente della ripartizione tecnica e Responsabile Unico del Procedimento, ing. Feriani, dopo la comunicazione, da parte della soc. Santa Benessere & Social, di volere integrare entro fine settembre il progetto definitivo del porto cittadino con “miglioramenti progettuali”.

Ecco il testo della lettera:

Durante la seduta della Commissione Consiliare di controllo sul Porto dello scorso 5 settembre 2018 il Rup ha verbalizzato una missiva PEC della Santa Benessere, a firma Maurizio Felugo, datata 4 settembre 2018.

In sostanza la missiva si limita ad affermare (riassumiamo) che la Santa Benessere si impegna entro fine settembre 2018 a presentare un ulteriore aggiornamento del progetto, pur definito “migliorativo” rispetto alle revisioni precedenti.

Singolare l’affermazione che il miglioramento di cui sopra andrebbe “nell’interesse primario della città di Santa Margherita Ligure, della sua collettività e di tutti coloro che vivono e lavorano per il porto di Santa margherita”.

Al di la della verbosità un poco populista dell’assunto di cui sopra i seguenti Commissari invitano il RUP ad una attenta rilettura dei Verbali delle precedenti edizioni della Commissione Consiliare di Controllo sul Porto.

in particolare ai paragrafi in cui alcune prescrizioni proprio relative agli accordi con gli operatori portuali sono state votate a maggioranza dei commissari come NON RISPETTATE. Ma soprattutto senza appello di sorta.

Si chiedono inoltre perché la missiva di cui sopra non sia stata rispedita al mittente in quanto inopportuna in questa fase del procedimento. Come inopportune appaiono in questa fase ulteriori riunioni, anche se non verbalizzate, con i rappresentanti della Santa Benessere.

La Commissione infine dichiara irricevibili le integrazioni irrituali della Santa Benessere in quanto comportano il prolungamento defatigante di una procedura oramai giunta al termine da tempo.

 

Contesta pertanto ogni iniziativa del RUP che determini in senso opposto in quanto irragionevole e irrispettosa del principio di buona amministrazione.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!