News

Ecco il libro sulle “Botteghe storiche” di Sestri Levante

Sestri Levante. Dopo aver compilato il registro dei propri locali più antichi, il Comune di Sestri Levante, con il ministero dei Beni e delle Attività culturali, ne pubblica il relativo libro.

Ecco la nota divulgata per annunciare l’evento:

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, sabato 22 settembre alle ore 11.00 presso la Sala Agave dell’Ex Convento dell’Annunziata di Sestri Levante, Elisabetta Piccioni, Segretario regionale del MiBAC per la Liguria, e Valentina Ghio, Sindaco di Sestri Levante, presentano al pubblico il volume Botteghe Storiche – Locali di Tradizione. Sestri Levante, una vera e propria guida per contribuire alla valorizzazione di quelle attività commerciali che vantano oltre cinquant’anni di esercizio grazie alla dedizione e alla competenza dei gestori.

Realizzata in piccolo formato e arricchita da un ampio apparato iconografico, la pubblicazione è stata infatti prevista come uno strumento di conoscenza dalle finalità divulgative, secondo criteri in grado di coniugare il valore dell’indagine scientifica e l’esigenza di andare oltre gli ambienti degli “addetti ai lavori”. A rendere possibile questo risultato unico nel suo genere per il territorio ligure, è stato il lavoro promosso dal Segretario regionale del MiBAC per la Liguria, attraverso la collaborazione tra gli uffici del Ministero che si occupano delle attività di tutela – Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Genova e le province di Imperia, La Spezia e Savona e Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Liguria – ed enti e istituzioni locali come il Comune di Sestri Levante e le associazioni di categoria. L’apporto, sempre collaborativo e propositivo di queste associazioni ha giocato un ruolo fondamentale per l’ottima riuscita di questo percorso di valorizzazione. Si ringraziano quindi Ascom e Confesercenti per il lavoro svolto e tutte le attività che hanno aderito con entusiasmo a questo progetto.

Il Comune di Sestri Levante è stato il primo a voler aderire a un’iniziativa per la ricognizione delle botteghe presenti sul territorio avviata nel 2013 dal Comune di Genova, insieme alla Camera di Commercio e agli uffici del Ministero, dimostrando particolare interesse per le prerogative di pregio storico-artistico, le qualità merceologiche e i tratti di longeva continuità familiare che contraddistinguono molte attività commerciali del proprio ambito amministrativo.

Questa volta l’attenzione è stata però focalizzata non solo sulle Botteghe Storiche,

ma anche su quelli che possono essere individuati come Locali di Tradizione. Nel primo caso si tratta di attività commerciali che si svolgono da oltre cinquant’anni negli stessi locali e hanno mantenuto insegne e arredi originari, assumendo un significato particolare per la cultura del luogo. Nel secondo invece rientrano esercizi commerciali che, pur non avendo conservato le strutture di un tempo, si distinguono per una continuità di gestione familiare che ne tramanda la memoria.

A ogni tipologia è dedicata un’apposita sezione, sempre articolata in schede in cui gli esercizi commerciali sono presentati attraverso testi descrittivi e un repertorio di immagini che alterna l’impatto di vedute odierne al fascino di suggestive fotografie d’epoca.

Esito di azioni coordinate e condivise fra livelli diversi della pubblica amministrazione, degli enti locali e delle associazioni di categoria, questo lavoro restituisce la necessità di una più attenta riflessione politica rispetto alle norme regionali o nazionali sul commercio, con l’obiettivo di recuperare tasselli significativi di storia che possono senza dubbio consolidare il senso di appartenenza al proprio territorio da parte delle comunità. Un traguardo importante nell’ambito dei processi di ricerca delle identità e di salvaguardia del patrimonio collettivo a cui questo primo intervento intende contribuire anche con la definizione di un modello di analisi che si presta a successivi e ulteriori sviluppi, nell’auspicio di incrementare lo svolgimento di analoghe iniziative in altri contesti locali.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!