News

Cogorno e l’accoglienza migranti, si parte con dieci ospiti

Cogorno. Si è riunito ieri sera il “Tavolo dell’accoglienza”, dove il sindaco Enrica Sommariva e l’assessore Ines Zaccaron (nella foto) hanno fatto il punto sullo sviluppo del progetto Sprar, dopo l’aggiudicazione della sua gestione alla Cooperativa piemontese Valdocco, unico soggetto ad aver partecipato alla gara bandita dal Comune.

“La Cooperativa – spiega Sommariva – è operante soprattutto nel Basso Piemonte ed ha già esperienza nel settore poiché gestisce degli Sprar e anche due Centri di accoglienza straordinaria, concepiti in modo simile agli Sprar, e collabora con la Diocesi di Torino. L’amministrazione comunale ha preso contatto con la Cooperativa in questi giorni e organizzerà presto un incontro con il Tavolo dell’Accoglienza”.

A questo punto, il progetto potrebbe concretizzarsi dal primo dicembre circa: “E’ stato confermato – riprende Sommariva – che si procederà con un primo modulo di 10 persone che saranno accolte in più punti del territorio: una famiglia nel Borgo dei Fieschi, due persone al Villaggio e Casa Tilde.  Per Casa Tilde, esaminato il progetto di intervento, ai fini della.sicurezza, i tecnici stanno valutando il ricorso alla sua demolizione e ricostruzione”.

Giovedì sera si terrà ancora un incontro di aggiornamento con gli abitanti del Borgo dei Fieschi.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!