News

Aon Challenger, il giamaicano Brown in finale contro Sonego

Genova. Il secondo finalista, uscito dal match serale all’Aon Open Challenger, é Dustin Brown che ha battuto Tomaz Bellucci in due set, il secondo finito al tiebreak grazie a due “missili intelligenti piazzati sul  6 pari. Se la vedrà con Sonego domenica pomeriggio, non prima alle 17,30.

Tutto d’un fiato, il primo set. Senza tanti fronzoli  come è suo costume, il tedesco-giamaicano in 31 minuti armato di un servizio letale porta a casa il primo set: 6-3. Sfrutta la prima palla break, ed unica, fino a quel momento, fornitagli dal brasiliano Tomaz Bellucci così sale 5 a 3 poi al secondo set point realizza il  delitto perfetto”.

In apertura di set Bellucci riesce a prendere prima un warning, per aver gettato fuori campo una pallina come gesto di stizza dopo un punto perso, poi per la protesta continuata per quella che a suo avviso è stata un’ingiustizia, si è beccato un penalty point. Giudice di sedia eccessivamente severo, a nostro avviso. Nel secondo set nonostante il break di Brown è il controbreak del lucky loser brasiliano, ripescato dopo l’eliminazione all’ultima partita delle qualificazioni, il match va avanti fra tanti errori e tocchi vellutati, del teutonico, nella bella location del “Beppe Croce” di Valletta Cambiaso. Ma non bastano i “conigli” tirati fuori dal cilindro del colored cosi il più costante, e a volte soporifero Bellucci, prende il largo (3 a 1). Ma non basta. Brown tira sempre più forte col diritto e poi blocca la palla chiamando a rete più volte il brasiliano: così risale 4 a 3 ed ha a disposizione il servizio che vince senza concedere nessun punto. Sul cinque pari il tedesco spinge sempre più forte e va 6 a 5 col servizio. Ma lo perde a zero. Ed è tiebreak. Vinto fra alti e bassi di Brown per 8 a 6.

Da segnalare il pubblico troppo rumoroso e forse poco avvezzo a seguire il tennis professionistico: Brown più volte in questo torneo si è lamentato con l’arbitro del vociare, dei flash e delle persone che si muovevano durante il gioco.

Il momento di attesa di Brown mentre Bellucci contesta l’arbitro per un warning

Stretta di mano fra Bellucci e Brown a fine incontro

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!