News

Aon Challenger, in semifinale Sonego-Delbonis e Brown-Bellucci

Genova. Lorenzo Sonego è l’unico italiano ad essere approdato alle semifinali dell’Aon Open Challenger a Valletta Cambiaso. Fuori, invece, Stefano Travaglia per mano dell’argentino Federico Delbonis, testa di serie numero 5, che ha vinto (3-6,6-3,7-6) dovendo ricorrere al tiebreak del terzo set dove l’italiano ha ceduto di schianto. Due ore e 42 minuti di match nel quale il mancino Delbonis, ex 33 del mondo, con due titoli Atp 500 nel suo palmares, ha gestito meglio i momenti delicati del confronto.

Nella seconda partita del pomeriggio fra il piemontese Lorenzo Sonego e il 21enne polacco Hubert Hurkacz le fasi più belle di sono viste dal secondo set in poi. Dopo che l’italiano, 23enne, ha perso il primo velocemente: 6 game a 1 in 25 minuti. Dal secondo set in avanti Sonego, come già capitato nel match dei quarti di finale contro il russo Vatutin, cominciava a carburare. E dopo aver vinto in 40 minuti con il punteggio di 6-3 partiva bene anche nel terzo. Sonego ha annullato due match point prima di agguantare il game che lo portava al tiebreak. E nell’ultima parte del match é stato più lucido, maggiormente accorto a tenere la palla dentro senza cercare giocate strane e cosa più importante andando sempre in avanti dando pressione all’avversario. Alla fine, braccia alzate per Sonego che ringraziava un gruppo di giovanissimi genovesi che lo avevano sostenuto ad ogni punto.

BELLUCCI OK IN DUE SET SU GARIN

Tomaz Bellucci vince  (7-6,6-4), seppur faticando, contro un ex “next gen” che nel suo palmares ha il Rolland Garros juniores. Christian Garin, 22 anni, 158 del mondo, di origine cilena, nel 2013 batte’ nella finale di Parigi il tedesco Alexander Zverev. Per lui poi un tragitto meno fortunato di quello del biondo teutonico, attualmente allenato da Ivan Lendl. Anche questo è il tennis, il lato meno affascinante: il talento giovanile non sempre garantisce una carriera sfavillante da professionista.

Stasera Garin ha provato a tenere testa al veterano Bellucci che, é giusto dire, ha capitalizzato tutti gli errori fatti dall’avversario facendosi vedere ogni tanto nei pressi della rete.

Brown-Rosol: bordate e tocchi magici

Match dai due volti, quello dell’ultimo quarto di finale. Nel primo set la solidità del ceko Lukas Rosol ha avuto la meglio sull’istinto di Dustin Brown che alternava colpi in lift a sassate da fondo: 6-3 per il ceko. Nel secondo, complice anche un punto forse sulla riga chiamato out dal giudice di linea e confermato dal giudice di sedia fa prendere un warning a Rosol che perde il secondo (6-4). Nel terzo Brown appena può va nei pressi della rete e forte di un sevizio fra i 180 e i 190 mette in difficoltà l’avversario che, comunque, tiene il confronto (1-1). Pochi scambi e rasoiate da fondo per Rosol. Ed in sei minuti il match diventa rude con Brown che usa più volte il serve ad volley e Rosol che risponde trovando angoli notevoli a velocità sostenuta. Il match va avanti in parità 4-4, 5-5 e si va al tiebreak. Mini break per Rosol che va 2 a 0. Ma Dustin recupera e si cambia campo sul 3 pari. Il miglior match della settimana e forse anche delle ultimi due edizioni del torneo. Magie di Brown alternate a errori e il tedesco va avanti col sevizio a favore (5-4) ma un doppio fallo vanifica tutto: 5 pari. Un errore di Rosol e un servizio vincente di Brown regala la semifinale al tedesco: 7 a 5. Quattro ace a testa, sette doppi falli di Brown e 9 di Rosol nel match. Molto avvincente.

Le semifinali prenderanno il via, domani, dalle 18,30 con Sonego-Delbonis.

Dustin Brown, in semifinale contro Bellucci

Federico Delbonis ha eliminato Travaglia ed è in semifinale.

La felicità di Sonego che ringrazia i tifosi

Un gruppo di giovani tennisti genovesi ha incoraggiato con un gran tifo l’italiano

Un folto gruppo di ball kid per la sedicesima edizione

Stretta di mano finale fra Bellucci e Garin

Palla discussa alla fine del secondo set che fa vincere il secondo al tedesco Brown

Il tennista tedesco-giamaicano beniamino di grandi e piccini

 

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!