News

“Facciamo scuola”, a due istituti chiavaresi la donazine del Movimento 5 Stelle

Chiavari. L’iniziativa “Facciamo scuola” sta per diventare realtà. Ad oggi i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle hanno rinunciato ad oltre 12 milioni di euro delle loro indennità e dei loro rimborsi. 1.000.000 di euro è la cifra che servirà a finanziare i progetti presentati, non più di uno per istituto scolastico e con un contributo massimo di 10.000 euro per singolo progetto.

Verrà stilata una classifica regionale sulla base dei voti raccolti e così saranno assegnati i fondi ai progetti, fino ad esaurimento dell’importo totale messo a disposizione per ogni regione dai consiglieri regionali, grazie al taglio delle proprie indennità e dei propri rimborsi.

Il Movimento chiarisce che nel rispetto delle leggi vigenti, nessuna scuola sarà chiamata a partecipare ad eventi di natura politica, né saranno richieste forme di pubblicizzazione dell’iniziativa da parte delle stesse. Le somme erogate dovranno intendersi esclusivamente quali donazioni volontarie finalizzate al raggiungimento degli obiettivi proposti dagli stessi istituti.

Due istituti di Chiavari hanno presentato un progetto:

il Comprensivo “GB Della Torre” Secondaria I grado ha presentato il progetto “Robotica come esperienza inclusiva”, il cui fulcro è la trasformazione delle due aule di sostegno in un laboratorio integrato e polivalente di robotica educativa;

Il liceo artistico Statale “Luzzati” ha presentato il progetto “riduzione dell’impronta ecologica” che prevede l’acquisto di condizionatori per il miglioramento del microclima della zona atrio e dell’aula magna che durante il periodo invernale risultano molto fredde impedendo di fatto lo svolgimento di attività collegiali.

I due progetti si sono classificati rispettivamente secondo e nono in Liguria quindi verranno finanziati in quanto i consiglieri regionali liguri hanno donato 100.000 euro destinati a supportare minimo 10 progetti sui 19 presentati.

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!