News

Case vacanze, Lega: “Un codice identificativo per gli alloggi”

Tigullio. Sicurezza, trasparenza e utenti web più tutelati attraverso un codice identificativo di riconoscimento per gli alloggi delle case vacanze anche in Liguria. “Non è solo questione di trasparenza e rispetto delle regole in un settore in forte espansione, ma anche di prevenzione nell’ottica di garantire una migliore sicurezza e tutela per proprietari, clienti e cittadini”. Il consigliere regionale della Lega Liguria Alessandro Puggioni ha depositato un’interrogazione in Regione allo scopo di sapere formalmente se anche la giunta e l’assessore competente sono favorevoli a questo strumento, in fase di adozione in altre regioni come Lombardia, Sardegna, Puglia e Veneto.

“E’ importante – ha aggiunto il capogruppo leghista Franco Senarega – coniugare lo sviluppo del territorio e la sua capacità di attrattiva turistica con la legalità e la sicurezza di tutti, realizzando anche un migliore sistema di tracciabilità e di controllo come avvenuto nelle regioni che hanno licenziato o stanno per licenziare un complesso di norme a livello locale.

Ad esempio, in Lombardia il codice identificativo di riconoscimento (CIR) entrerà in vigore a settembre. In sostanza, le proposte di legge prevedono l’obbligo di dotarsi di un codice identificativo dell’alloggio secondo le modalità disposte dell’ente regionale che, tra le altre cose, bisognerà indicare anche sugli annunci pubblicitari del web a garanzia degli utenti.

Ricordo che oltre alla comunicazione di inizio attività, i gestori devono procedere ad accreditarsi per la denuncia degli ospiti in base alle indicazioni dell’autorità di pubblica sicurezza, rispettare alcuni standard qualitativi essenziali e osservare le vigenti normative statali”.

 

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!