News

“Tramonti di Montallegro”, in 500 sulla funivia in notturna

Rapallo. Oltre 500 i biglietti ella funivia per le due serate di ieri e di domenica. Sommando chi si sia mosso in navetta o con mezzi propri, il pubblico complessivo di Vittorio Sgarbi e Giacomo Poretti potrebbe essere stato di circa mille presenze. Adesso, attesa per Michele Placido (6 agosto).
Di seguito, la nota divulgata dal Comune di Rapallo:
“Abbiamo preso la cosa più preziosa per i rapallini: il Santuario di N.S. di Montallegro. Abbiamo aggiunto l’esperienza magica di sorvolare Rapallo, di notte, in funivia, passando dal mare alle montagne in 7 minuti. Abbiamo invitato due grandi artisti (Vittorio Sgarbi e Giacomo Poretti) che hanno creato due incontri completamente diversi ma accomunati da profonda spiritualità. E’ stata questa la ricetta vincente delle prime due serate della rassegna “Tramonti di Montallegro” organizzata dal Comune di Rapallo e ideata da Marco Pogliani. Due incontri, ricchi di pathos e capaci di suscitare intense emozioni ed una totale partecipazione dei presenti, abbracciati da un drappo azzurro, simboleggiante il manto Mariano e raccolti sulla scalinata, teatro naturalmente creato dal santuario di N.S. Di Montallegro, illuminato scenicamente di blu per l’occasione e visibile in questo modo da molti angoli della città. L’apertura della funivia Rapallo-Montallegro in notturna per la prima volta, ottenuta in tempi record, grazie all’impegno del Sindaco Carlo Bagnasco di tutta l’amministrazione comunale supportata degli uffici tecnici, ha registrato, in due sole serate (dalle 19:00) 516 ospiti, numero che va ben oltre le aspettative.

Tantissimi gli spettatori per entrambe date che hanno vissuto un’esperienza unica ed indimenticabile complessivamente tra il 29 e il 30 luglio il numero di ospiti si aggira attorno al migliaio di presenze.

Affascinate e magistrale l’incontro con Vittorio Sgarbi che in poco più di un’ora ha attraversato la storia dell’arte raccontando i volti di Maria (“I Volti di Maria nell’arte”) passando da Cimabue (1290) a Roberto Ferruzzi (1897) soffermandosi su 35 pittori appartenenti a sei secoli differenti. “Arrivare quassù è la testimonianza che Dio esiste” ha esordito Sgarbi, che oltre al Santuario ha voluto visitare la Basilica dei Santi Gervasio e Protasio e l’antico Castello sul mare di Rapallo.

Più intimo, invece, il monologo inedito dell’attore Giacomo Poretti “Fare un anima” che propone riflessioni profonde su temi ancestrali dell’umanità: “l’Anima, l’aldilà, la misura del sentimento”, intervallate da attimi di comicità per i quali è noto al grande pubblico. La soddisfazione dell’amministrazione comunale è davvero tanta e premia un grande impegno da parte di tutta la squadra che ha creduto e promosso il progetto di valorizzazione del Santuario N.S. di Montallegro grazie anche al fondamentale contributo del Rettore Gianluca Trovato.

Molta attesa anche per l’ultima data degli appuntamenti al Santuario, Lunedì 6 Agosto alle 21:30 con Michele Placido con il suo spettacolo “Serata D’onore” un viaggio tra musica e poesia, e per il ritorno della Mongolfiera al campo Macera 3-4-5-6 Agosto. Presenti alle serate Il Sindaco Carlo Bagnasco, il vice sindaco Pier Giorgio Brigati, il presidente del consiglio Mentore Campodonico, l’assessore al turismo Elisabetta Lai, l’assessore al Lavori pubblici Arduino Maini, l’assessore al bilancio Alessandra Ferrara, l’assessore al demanio Umberto Amoretti e molti consiglieri di maggioranza e minoranza; il comunicatore Marco Pogliani ed il Rettore del Santuario N.S di Montallegro Don Gianluca Trovato”.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!