News

Divertimento o riposo? La movida guadagna un’ora ma solo per due notti la settimana

accattonaggio

Santa Margherita Ligure. Sono state tre le associazioni di esercenti, affiancate da qualche singolo operatore, a voler incontrare l’amministrazione comunale di Santa Margherita, per chiedere di modificare il limite della mezzanotte e mezza per l’emissione della musica.

Ieri, 11 luglio, si sono svolti due incontri, al mattino e al pomeriggio. Da una parte, il sindaco Paolo Donadoni, l’assessore Valerio Costa e la consigliera Carmela Pinamonti; dall’alta, Paolo Barabino del CIV, Augusto Sartori di Ascom, Alessandro Palli di Santa 2.0, e alcuni esercenti.

La soluzione concordata prevede, allora, che per due notti alla settimana, al venerdì e al sabato, l’orario di spegnimento della musica diventi la 1.30anziché mezzanotte e mezza. Questo, solo per luglio e agosto.

Alla fine, riferisce la nota congiunta delle associazioni e del Comune, “le tre associazioni hanno dichiarato di condividere e si sono rese disponibili a partecipare al programma attivato dall’Amministrazione per la lotta all’abuso di alcool dei minorenni. Presto su questo tema verranno quindi intraprese iniziative congiunte”.

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!