News

Anche “Verità per Giulio Regeni – Il Tigullio non dimentica” in sciopero della fame per Amal Fathy

regeni

Chiavari. E’ partito anche nel territorio lo sciopero della fame a staffetta contro l’arresto di Amal Fathy, moglie del consulente legale della famiglia Regeni al Cairo Mohamed Lofty, direttore dell’ Ecrf. L’iniziativa promossa dalla madre di Regeni, Paola Deffendi, è stata condivisa dall’associazione “Verità per Giulio Regeni – Il Tigullio non dimentica”, che ha già trovato una decina di adesioni per altrettanti giorni di sciopero. “Amal è stata arrestata con l’accusa di terrorismo per aver scritto un post su Facebook che manifestava indignazione per le violenze che subiscono le donne in Egitto” spiega il presidente Andrea Lavarello. Per partecipare alla staffetta, che prevede un giorno di digiuno a testa, basta scrivere il proprio nome e giorno del digiuno sotto il post pubblicato nella pagina facebook “Giulio Siamo Noi”. “Chi vuole aderire, ma non ha un profilo facebook – aggiunge l’associazione – può inviare una mail al nostro indirizzo: comitatogiulioregenitigullio@gmail.com e provvederemo noi a farlo”.

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!