News

Alberghiera, interviene “100% Lavagna”: fiducia nella commissione e replica a Giorgi

Lavagna. Comprensione per le ragioni che hanno portato al bando per la cessione delle quote della Scuola Alberghiera, ma anche la richiesta di mantenimento della sede e la piccata risposta alle critiche del “fuoriuscito” Andrea Giorgi. Sul tema di Lavagna Sviluppo, ecco il comunicato di “100% Lavagna”:

Interveniamo sulla riunione tenuta ieri pomeriggio 24 aprile e convocata dalla Commissione reggente il Comune di Lavagna in relazione al bando inerente la cessione delle quote di maggioranza della Scuola Alberghiera: presenti tutte le forze politiche lavagnesi. Nel contempo proviamo a chiudere una “inspiegabile” polemica che il movimento Angaval apre nei nostri confronti.

Come già indicato nel nostro comunicato del 18 aprile abbiamo sostenuto la necessità di tutelare la prelazione del socio di minoranza il Villaggio del ragazzo e di garantire la continuità formativa della scuola Alberghiera con permanenza della stessa a Lavagna.

Le motivazioni della cessione delle quote appaiono nascere dalla necessità di aprire una fase di ulteriore crescita e sviluppo per la scuola Alberghiera; fase che passa da un aumento di capitale e dalla necessità di ulteriori nuovi investimenti decisamente più onerosi dei soli € 15.000,00, da alcuni richiamati, ma purtroppo non sufficienti a consentire sia l’adeguamento dell’accreditamento dell’ente presso Regione Liguria secondo i nuovi requisiti, sia di potersi occupare di formazione e di inserimento al mondo del lavoro.

La deficitaria situazione dei conti del Comune di Lavagna non consentirebbe al socio di maggioranza di sostenere non tanto il versamento di € 15.000,00 di aumento di capitale ma la possibilità di eseguire quegli interventi evidentemente onerosi e necessari allo sviluppo della scuola (ad esempio il materiale didattico).

Nel contempo la legge Madia del 2016, riformando la P.A., non consente al Comune di avere una partecipata che non svolge funzioni di stretta competenza dell’ente stesso, quale è Lavagna Sviluppo (soggetto a cui fa capo la Scuola Alberghiera).

La formazione e l’istruzione sono, come noto, competenze regionali, al contrario degli ambiti in cui si muovono le partecipate dei Comuni limitrofi.

In ultimo sia consentita una doverosa precisazione.

Nella riunione tutti gli intervenuti hanno manifestato il desiderio comune di poter vedere a Lavagna il futuro della Scuola Alberghiera con attività didattiche, formative e di inserimento nel mondo del lavoro degli studenti migliorate. Ma mentre alcune voci hanno cercato di suggerire ai Commissari possibili indirizzi con argomentazioni plausibili e sensate benché di difficile realizzazione, altri si sono distinti per sterili polemiche e desiderio di conquistare la scena manifestando una evidente scarsa conoscenza della legge e delle procedure.

Noi desideriamo distinguerci da questo metodo: ribadiamo fiducia nelle scelte dei Commissari e crediamo che la nostra voce, sicuramente fuori dal coro ma onesta nei confronti di istituzioni e cittadinanza, abbia maggiori possibilità di essere ascoltata ed ottenere, se possibile, il risultato auspicato. Chiediamo e pretendiamo dal signor Andrea Giorgi il rispetto che abbiamo sempre dato ed assicurato a tutte le forze politiche della città in ogni evento pubblico e privato a cui abbiamo partecipato. Banalizzare e falsare gli interventi altrui è una pratica scorretta e non rispettosa innanzitutto della città.

Mai abbiamo sostenuto che il Comune dovesse gestire il Porto turistico, ma abbiamo invitato vari gestori ed il direttore di Assonautica ad un convegno allo scopo di capire e conoscere anche altre realtà: verrà poi anche il momento delle proposte ma solo quando e se saremo chiamati a farle ed al momento opportuno. Dire altro, soprattutto senza aver partecipato o conoscere l’assetto normativo in cui ci si muove, significa cercare di prendere in giro i lavagnesi.

Sarebbe utile e necessario condividere con tutti un rispetto ed una stima che dobbiamo a Lavagna ed ai lavagnesi se vogliamo lasciarci alle spalle un brutto passato e dare alla nostra città una nuova speranza.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!