Atp e Amt dopo la fusione: garantita l’autonomia gestionale

Atp

Carasco. Nelle settimane scorse si è concretizzata l’acquisizione da parte di Amt di Atp Spa, con l’ingresso della prima nell’assetto azonario della seconda, con una quota di circa il 52%. Alcune azioni concrete sono già state avviate nei giorni scorsi, ad esempio l’ampliamento di servizio sulle linee M con la possibilità di accesso degli abbonati Amt al servizio Atp oppure il servizio di lavaggio a una serie di mezzi Atp che verrà svolto nelle rimesse di Amt. Al di là di queste iniziative vi è stato nella sede di Carasco un incontro formale tra i vertici e il personale direttivo delle due aziende con l’obiettivo di avviare un confronto sui temi di carattere operativo.

Nell’incontro si è riconfermata l’autonomia delle due aziende e sono stati definiti una serie di gruppi di lavoro su specifici aspetti quali tariffe, manutenzione, servizio, sistemi informativi e altro ancora. All’incontro ha partecipato anche il consigliere della Città Metropolitana con delega ai trasporti Claudio Garbarino, che ha dichiarato: “Stiamo lavorando in piena collaborazione. Al di là delle questioni azionarie, è evidente che noi lavoriamo tutti insieme per dare risposte agli utenti, che siano quelli cittadini o quelli che vivono nell’entroterra e in Riviera. Atp Esercizio ha le capacità professionali e la conoscenza del territorio necessarie a svolgere questo compito”. Il presidente di Atp Enzo Sivori e l’amministratore unico di Amu Marco Beltrami, hanno concordemente evidenziato il loro impegno personale al successo del progetto complessivo e rilevato l’entusiasmo mostrato da tutte le persone coinvolte.

error: Contenuto protetto!