News

Strada della Val Cichero verso la riapertura: incarico per i lavori nei prossimi giorni

Mezzanego. Si vede la soluzione, per la frana che, da ormai una settimana, impone la chiusura della provinciale 42 ed il semi isolamento della Val Cichero (nella foto, l’abitato di Villagrande di Cichero),

dove gli abitanti, i soccorsi, i fornitori e clienti delle attività, sono, oggi, costretti ai lunghi e tortuosi percorsi da Romaggi (nella foto sotto, il passo) o da San Martino. Questa mattina si è svolto l’incontro che ha visto attorno allo stesso tavolo la Regione, con l’ufficio dell’assessore Giacomo Giampedrone, il consigliere di Forza Italia Claudio Muzio e quello della Lega Nord Franco Senarega, presente soprattutto come consigliere metropolitano delegato alla viabilità, e poi i tecnici della stessa Città metropolitana ed i sindaci dei Comuni di Mezzanego (nel cui territorio si trova il movimento franoso) e San Colombano Certenoli, dove ricadono i residenti della Val Cichero. «Abbiamo stabilito di procedere in modo da arrivare alla riapertura nei tempi più stretti possibili – riferisce Senarega – Si procederà con un sopralluogo sul posto, già domani, per stabilire, con un geologo, le migliori modalità attraverso cui operare». Potrebbe essere sufficiente un lavoro di distacco del materiale pericolante e, quindi, assegnato l’incarico ad un ditta la prossima settimana, procedere, nel giro di qualche giorno, all’intervento effettivo, per arrivare alla riapertura della strada. L’incarico dovrebbe essere dato dal Comune di Mezzanego e le spese coperte, poi, in larga parte, dalla Regione.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!