News

“Fermati un attimo!”, virtual reality del Caboto con Autoscuola Tigullio

Chiavari. “Fermati un attimo!”. Gli studenti del Caboto di Chiavari da stamattina sperimentano la tecnologia per l’educazione stradale. A coordinarli la professoressa Annalisa Fornasari d’intesa con l’Autoscuola “Tigullio”, che spiegherà in maniera “pratica” i pericoli legati ad una guida troppo disinvolta o con una percezione ridotta a causa di uso di alcool o droghe. Il corso vuole essere un momento di “dialogo aperto” su tematiche della sicurezzza stradale e, soprattutto, un’esperienza informativa-formativa vissuta e partecipata. Sei gli incontri previsti, per far vivere praticamente delle esperienze piuttosto che raccontarle: ciò grazie all’uso di occhiali “virtual reality” che, unitamente all’uso di app,  hanno la capacità di calare gli studenti nel contesto “strada” e di far notare tutti gli elementi che la costituiscono e che, di atto, rendono impossibile paragonarla ad una “pista”. Queste le date degli incontri che si svolgeranno nell’Aula Magna della sede di via Ghio:

  • Lunedì 26/ 2                       8,30-10,30   /  10,30-12,30
  • Mercoledì 28/2                  8,30-10,30   /  10,30-12,30
  • Venerdì 2/3                         8,30-10,30   /  10,30-12,30

 

Al termine è pevisto un quiz finale: i vincitori, in un’apposita giornata che sarà comunicata successivamente, saranno premiati grazie all’intervento degli sponsor. “Davanti ad eventi quotidiani che vedono tragicamente coinvolti i giovani su due o quattro ruote, abbiamo ritenuto che la scuola non potesse sottrarsi al dovere di sollecitare i ragazzi ad una guida responsabile in grado di diminuire sensibilmente i pericoli della strada”, dice il dirigente scolastico Glauco Berrettoni.

                                                                                  


Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!