News

Discarica di Bacezza, realizzata la tettoia delle polemiche

Chiavari. E’ stata realizzata a Chiavari la tettoia dalla discarica di Bacezza. A breve si potrà dunque riaprire completamente, poichè attualmente è chiusa ai privati. “Era una prescrizione rilasciata dalla Città metropolitana per la gestione della cava, nell’ambito della gara di appalto vinta dal consorzio di ditte Maris, Costa Mauro, fatta dall’amminsitrazione Levaggi.

Uno degli elementi di valutazione migliorativi proposti dalle ditte, era proprio la costruzione di questa tettoria, per un valore di circa 160 mila euro, ma per qualche motivo che non mi è chiaro”, dice l’assessore all’ambiente Massimiliano Bisso, “nei primi mesi di appalto dell’amministrazione Levaggi non è mai stata costruita. Quando ci siamo insediati noi, è emersa da analisi del sito fatto insieme all’ingegner Bonardi e un consulente, la mancanza dell’ottemperanza a questa prescrizione. Ci siamo quindi attivati imponendo alle ditte il rispetto di quanto previsto come elemento migliorativo, e peraltro oggetto di valutazione che ha fatto sì che hanno vinto il contratto”, ricorda l’assessore. “In questa fase dopo un primo incontro poco fruttuoso con Costa Mauro, abbiamo trattato direttamente con la Maris che si è dimostrata particolarmente attenta e abbiamo concluso il problema con la presentazione del progetto, e la realizzazione della struttura che adesso verrà presa in carico del Comune e nei prossimi giorni, verrà consegnato il collaudo. Questo è urgente perchè in mancanza di chiusura di questa pratica”, termina Bisso, “la cava non è totalmente operativa; tanto è vero che oggi è chiusa al conferimento dei privati. A breve quindi potremmo riaprirla in maniera completa ed ottemperare alle prescrizioni, anche perchè non è più possibile ottenere proroghe per il suo impiego”. La mancanza delle tettoia era uno degli elementi su cui aveva indagato la Guardia di Finanza nella inchiesta che ha coinvolto alcuni funzionari del Comune, della quale si attendono gli esiti.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!