News

Dehor e piscine comunali nel consiglio di Sestri Levante

premio due facce

Sestri Levante. Nel consiglio comunale svoltosi questa sera a Sestri Levante protagonisti sono stati il regolamento sui dehor, il parcheggio di via Lazio e il permesso di costruire convenzionato riguardante la realizzazione di edificio produttivo in via Fascie in variante al Puc vigente: “Il soggetto attuatore è il marmista che si trova all’incrocio con via Monsignor Vattuone – spiega la sindaca Valentina Ghio -. Il progetto riguarda la demolizione della situazione esistente e la costruzione di un piccolo volume produttivo, già approvato dalla Soprintendenza, ai fini della prosecuzione dell’attività lavorativa nell’ottica inoltre di un incremento occupazionale di tre unità”. La pratica, relativa al preventivo assenso sul progetto e la correlata variante al Puc, è passato con i voti della maggioranza; contrario Scartabelli di Segesta Domani, astenuto Sartelli del M5S, unici due consiglieri di minoranza presenti stasera in aula. “Abbiamo poi approvato il regolamento dei dehor, che va nella direzione di garantire un maggior ordine e decoro soprattutto nel centro storico, e l’aggiornamento del Puc per la realizzazione del parcheggio pubblico in via Lazio, che vedrà 12 posti auto e 11 posti moto”. All’ordine del giorno anche due interrogazioni dei gruppi Popolo per Sestri, Futuro per Sestri e Segesta Domani: “Per quanto riguarda la situazione di degrado dell’ultimo tratto di via Brin – prosegue Ghio -, abbiamo fatto presente che la situazione è complessa: il condominio sarebbe favorevole a risistemare l’edificio al fine di riaprire l’area, ma c’è un condomino che si oppone. Come amministrazione li stiamo continuamente spronando, ma anche se è un fatto che impatta sul pubblico si tratta di una questione prevalentemente privata. Sulla gestione delle piscine comunali, abbiamo evidenziato che rispetto al piano di rientro concordato sui consumi i gestori sono in regola, mentre rispetto ai ritardi nei pagamenti dei dipendenti, fatto che non riguarderebbe direttamente il Comune, durante l’incontro avuto con i gestori questi mi hanno detto che continuano a pagare mensilmente, ma che in qualche caso ci sono stati ritardi di un paio di mensilità che stanno però risolvendo con un piano di rientro”.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!