Gli anni Sessanta rivivono venerdì a Sestri Levante

sessanta

Sestri Levante. Un tuffo negli anni Sessanta, tra letteratura e fotografia: ecco la serata speciale organizzata, a Sestri Levante, dall’Associazione Carpe Diem, con appuntamento venerdì sera (24 novembre) nella Sala Carlo Bo di Palazzo Fascie.

Si comincerà con un filmato che avrà come immagini fotografie realizzate da grandi autori, mentre la musica, considerata come il tratto distintivo di quel decennio, sarà un misto di complessi rock, chitarre, batterie, organo Hammond. Il testo che accompagna il tutto è stato scritto da Natalino Dazzi, Lorenzo e Roberto Montanari. Dice Giorgio Tani: «Molti di noi troveranno qualcosa del passato ed anche qualcosa del presente, immagini di volti, di situazioni, di momenti felici e momenti difficili, sia in senso individuale che collettivo. Anni che hanno contribuito a determinare l’Italia di oggi. La fotografia ne dà testimonianza». La seconda parte della serata invece proseguirà con la presentazione del libro “Gli anni del nostro incanto”, a cura dell’autore, il professor Giuseppe Lupo, pubblicato da Marsilio Editori. Ecco la recensione che si legge sul libro: “Mentre la Nazionale di calcio vince i Mondiali di Spagna una ragazza si trova al capezzale della madre che improvvisamente ha perduto la memoria. Il suo compito è di ricordare e narrare il tempo passato, aiutata da una foto che ritrae la loro famiglia a bordo di una Vespa, nella Milano degli anni Sessanta. Da quella foto prende avvio il racconto di un’Italia entusiasta e spensierata, l’Italia del miracolo economico, che elargisce a tutti la promessa di un futuro migliore, almeno fino a quando non si addensano le ombre della contestazione giovanile, dell’austerity e del terrorismo. Con la strage di piazza Fontana finisce un’epoca favolosa e ne comincia un’altra, sporca di sangue e di violenza.”

L’evento è patrocinato da A.C. di Sestri Levante, Mediaterraneo Servizi e sostenuto dall’Hotel Ristorante Mira.

error: Contenuto protetto!