News

Capodanno, sanità, “Situazione gestita bene”

Genova. <Siamo in un momento post festivo, dopo il lungo ponte di Capodanno: era previsto un afflusso massiccio di pazienti nei pronto soccorso liguri, oltre 200 oggi solo all’ospedale Policlinico San Martino, ma la situazione è stata gestita dal sistema ospedaliero e non si devono creare allarmismi nella popolazione. Oggi pomeriggio al primo piano del Pronto Soccorso c’erano 15-20 barelle nel momento di massimo afflusso, nella prima giornata feriale dopo i tre giorni delle festività di Capodanno. Se consideriamo che negli anni passati si erano raggiunte anche 60 barelle, il passo avanti è sotto gli occhi di tutti: il sistema delle dimissioni e dei ricoveri nei reparti con la riduzione della permanenza nei corridoi dei pazienti sulle barelle funziona. I dati rivelano anche un numero molto alto di codici bianchi e soprattutto di codici verdi, in parte legati ad accessi non sempre appropriati. Ci sono poi anche molti turisti che, non potendo rivolgersi al proprio medico di famiglia, si sono recati al Pronto soccorso>. Così la vicepresidente della Regione Liguria e assessore alla sanità Sonia Viale in merito alla situazione nei pronto soccorso liguri, relativamente agli accessi nelle tre giornate di festività legate al Capodanno. Per quanto riguarda la Asl 4, al pronto soccorso di Lavagna,

il 30 dicembre ci sono stati 4 codici rossi, 46 gialli, 95 verdi, 2 bianchi, per un totale d 147 accessi. Il 31 dicembre sono stati registrati 8 codici rossi, 32 gialli, 82 verdi, 2 bianchi, per 124 accessi. Il primo genaio 2018, 2 codice rossi, 37 gialli, 120 verdi, nessun codice bianco, totale 159 persone. Complessivamente, nelle tre giornate, ci sono stati 430 accessi.

 

 

 

 

1 Comment

1 Comment

  1. Roberta

    3 gennaio 2018 0:00 at 0:00

    Io ho letto che volevano chiamare i carabinieri x le ore e ore di attesa… la sanità in Liguria è stata rovinata da questa e dal suo capo! Si vergognassero di raccontare bagianate

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!