News

Maltempo a Rapallo, la lettera aperta del Partito Democratico

Rapallo. <Non è il momento della polemica politica ma è il momento della prevenzione e delle proposte costruttive per mettere in sicurezza la città. Ecco perché il Partito Democratico di Rapallo ha peferito non protocollare nessuna interpellanza, interrogazione o ordine del giorno ma solo una lettera aperta a tutti i consiglieri per invitarli a lavorare insieme>, spiega Mauro Mele. <I cambiamenti climatici sono un problema e una eredità con cui le prossime generazioni dovranno convivere. Il clima è sempre più estremo e sempre più imprevedibile. Cosa sarebbe accaduto se la pioggia caduta su Livorno fosse invece caduta, dove era previsto, nel Tigullio? Non dobbiamo banalizzare il problema e ridurre tutto alla pulizia degli alvei e soprattutto degli argini, farla e farla bene è assolutamente necessario ma purtroppo non è sufficiente a mitigare il rischio di esondazione anche di piccoli alvei quasi sempre tombinati. Ci vuole qualcosa di più. Chiediamo a questa amministrazione di compiere ancora uno sforzo:

accelerare la pratica per l’incarico a un professionista esterno, per uno studio esaustivo su tutti i rivi; stilare una sorta di Piano di Bacino locale in cui siano meglio evidenziati tutti i rivi tombinati e il loro grado di pericolosità in base all’intensità di pioggia prevista; sistemare una volta per tutte la rete di raccolta delle acque grigie e bianche; installare dei sistemi automatici di avviso, come già fatto in diverse altre città, per cui una sirena allerta la popolazione quando l’acqua in alveo raggiunge una certa altezza o quando la velocità di salita o superficiale supera un certo valore; migliorare l’istruzione della popolazione per aiutarla a mettere in atto tutte quelle misure di auto-protezione in correlazione allo stato di allerta in atto; invitare un ingegnere idraulico esperto a relazionare in consiglio comunale sullo stato dell’ arte e sui possibili rimedi>.

 

Torna su
error: Contenuto protetto!