Musica

Esce oggi “L’Altare dei mondi” il singolo d’esordio del genovese Alberto Di Bacco

Genova.  “Sull’altare dei mondi riprendo i comandi, sospendo i giudizi sui luoghi comuni, e ti amo ancora e voglio ridere per ricominciare a splendere” questo il ritornello del singolo L’Altare Dei mondi, on line da oggi 10 aprile su tutti i digital store.

Il brano, dell’artista genovese Alberto di Bacco, realizzato in collaborazione con il musicista e autore Andrea Vassalini, è prodotto dall’etichetta discografica genovese Neverland Records e anticipa l’uscita dell’album dall’omonimo titolo “L’Altare dei mondi”.

Alberto Di Bacco, classe 1985 attualmente vive a Savona dove lavora come responsabile in una importante catena nel settore dell’elettronica senza mai mettere da parte la sua passione per la musica, che coltiva anche grazie al sostegno di amici, parenti e colleghi. Canta fin da piccolo e tra le mura domestiche si diverte anche a fare il deejay.

Ascolta ogni genere musicale ma il suo cavallo di battaglia è Finalmente tu di Fiorello e i suoi principali artisti di riferimento sono Marco Mengoni e Francesco Renga.

Tra le sue passioni c’è anche quella per il teatro e in età adolescenziale alterna  esperienze sul palco, nel musical ‘Forza venite gente’ con la compagnia amatoriale ’12 di tutto’ e nella ‘Vedova allegra’, ricoprendo il ruolo tenorile di Raoul de St-Brioche, partecipando – con la propria voce – alla nota marcia ‘E’ scabroso le donne studiar’.

Nel 2014  partecipa ai corsi e alle selezioni di ‘Area Sanremo’, con il brano ‘Adesso’, scritto e arrangiato per lui dall’amico, compositore e produttore , Andrea Vassalini con il quale continuerà a collaborare in vista dell’album in uscita nel mese di maggio.

Il brano parla della vita di tutti che viene raccontata tramite la voce di un narratore esterno, che sarei io. Ognuno può ritrovarsi nelle parole di questa canzone. L’intero album, anticipato da questo singolo,  affronta l’amore in tutte le sue forme, da tutti i punti di vista ” racconta Alberto.

Torna su
error: Contenuto protetto!