News

26 marzo al teatro di Cicagna: Unica data ligure per Qualche volta scappano, risate e riflessioni sullo sfondo di Genova

Cicagna. Sullo sfondo della città di Genova, protagonista di questa esilarante commedia, una coppia di coniugi vede crollare tutte le certezze, di vita e di coppia in seguito alla fuga del proprio fedele amico a quattro zampe.

Potrebbe suonare come una rivincita dell’universo animale, da sempre vittima di abbandoni e atteggiamenti morbosi da parte degli uomini, cosiddetti padroni ma è molto di più.

Dopo la scomparsa del cagnolino Toutoù, una  coppia di coniugi di mezza età in preda allo smarrimento inizia a colpevolizzarsi e ad interrogarsi su quali possano essere le motivazioni che hanno spinto l’animale a lasciare la casa.

Resta un grande vuoto e soprattutto un unico grande interrogativo “Adesso che se n’è andato, di cosa parleremo?”.

I due protagonisti Alessandro (Pino Quartullo) e Marzia (Rosita Celentano), parallelamente ad una disperata ricerca del cane iniziano un viaggio dentro loro stessi che li porterà a riflettere sul loro rapporto e sulla vita in generale. A complicare ancora di più la situazione, a  casa dei due arriva improvvisamente Paolo (Attilio Fontana), l’amico toscano che con un tempismo perfetto incombe proprio nella serata meno adatta e con il suo raziocinio e un pizzico di cinismo tenderà a  ridicolizzare il “dramma” della fuga del  cane.

La fuga di un cane come metafora quindi di una perdita che porta con se cause e conseguenze. Può scappare il proprio partner, una parola di troppo, un amico, una situazione di mano, un tradimento.

L’unica data ligure della commedia teatrale Qualche volta scappano, che vede in scena tre volti noti dello spettacolo e del teatro Pino Quartullo, Rosita Celentano e Attilio Fontana sarà al Teatro di Monleone di Cicagna,. Domenica 26 marzo alle ore 18,00.

Qualche volta scappano per la regia e adattamento di Pino Quartullo è tratto dalla nota commedia francese TOUTOU di Daniel Besse e Agnès Besse.

Uno spettacolo che coinvolge e divide il pubblico che ad un certo punto della storia diventa protagonista e consigliere. Gli attori romperanno la quarta parete e coinvolgeranno i presenti nella folle ricerca del cagnolino.

Ho scelto questo testo perché trovo che i francesi siano molto avanti per quanto riguarda la commedia teatrale,  sia per struttura che per argomenti. Nello spettacolo viene affrontato il  tema del rapporto tra uomo e animale domestico e viene messo in luce come nel corso del tempo sia cambiata la concezione di possedere un cane.  Si parte dalla fuga di Toutou per fornire spunti di riflessione a 360°, dalla  crisi di coppia alla perdita della libertà. La vicenda si ambienta proprio a Genova che viene richiamata in diversi momenti. La scelta è ricaduta su questa città perché nella versione francese il protagonista va a prestare soccorso in Bosnia e in questo caso serviva un luogo credibile dove un italiano potesse andare ad aiutare altri italiani senza fare riferimento ad un evento in particolare . Sono inoltre molto legato alla città di Genova anche per quanto riguarda la storia personale e professionale. Ho  uno zio che vive in Liguria e mi capita spesso di venire in questa regione per lavoro e sono particolarmente felice di poter portare qui questo spettacolo che in molti punti fa riferimento a temi classici di Genova. Consiglio quindi questo esilarante spettacolo nel caso specifico ai Liguri che avranno modo di vedere la Superba protagonista e in generale a tutti coloro che amano gli animali e a chi ha voglia di riflettere su molteplici tematiche divertendosi.” racconta Pino Quartullo.

Torna su
error: Contenuto protetto!