News

Migranti nelle case popolari, il commento di “Virtus et Probitas”

Lavagna. Migranti a Lavagna, interviene l’associazione “Virtus et Probitas–Per la Buona Amministrazione”, attraverso il portavoce Alex Scardavilli, che risponde così a chi suggerisce di ospitarli nelle case popolari: <Per quanto riguarda i cinque alloggi popolari, avrebbero dovuto essere già stati assegnati nel corso di un bando indetto dall’amministrazione comunale, tuttavia da due anni ad oggi solo due di questi sono stati concessi a famiglie presenti nei primi posti della graduatoria. La nostra associazione comprende perfettamente la necessità di trovare una soluzione in tempi ragionevoli al “problema migranti” ma, in primis,

chiede che venga rispettata la graduatoria che aiuterebbe molte famiglie locali con gravi problemi economici, alcune delle quali si sono trovate a dover fronteggiare situazioni estreme, arrivando a passare la notte in automobile. Tale mancanza è direttamente imputabile al Comune di Lavagna e A.R.T.E. di Genova, per questo chiediamo loro di motivare una così grave disfunzione amministrativa e un così pesante ritardo>.

2 Comments

2 Comments

  1. roberto

    17 marzo 2017 18:54 at 18:54

    .. il ragionamento avrebbe senso , se lo Scardavigli non si limitasse alla soluzione “in primis (sic)le famiglie locali con gravi problemi economici ” di ciè se ne può discutere senza il limite dell’opportunismo ,, ma nella discussione aperta e di buon senso dovrebbe dirci se è daccordo o no sulla intenzione di creare un Ghetto composto da container nella località isolata della Besanza oppure distribuita a gruppi limitati nel territorio Cittadino e non tutti raggruppati in quella zona nefata per abitazioni civili , L’esperienza della creazione della infelice zona della “COREA” è già stata fatta a suo tempo. Altrimenti è sospetta di demagogia che assomiglia tanto a proposte già lette da parte della sinitra

  2. Giannina

    21 marzo 2017 15:10 at 15:10

    Scusate ma non capisco qual’ è il criterio di assegnazione delle case popolari a famiglie dove lavorano entrambi (sicuramente in nero) che hanno AUDI MERCEDES BMW. Grazie delle spiegazioni.

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!