News

Eccidio di Calvari, stamattina la commemorazione

San Colombano Certenoli. Manifestazione in memoria delle vittime della feroce esecuzione avvenuta alla fine della Seconda Guerra Mondiale a Calvari, in Val Fontanabuona. Il 2 marzo 1945 otto partigiani della brigata “Berto”, un combattente della brigata “Coduri” e il prigioniero politico Paolo Motta furono giustiziati da un sedicente tribunale di guerra della divisione “Monterosa” della Repubblica di Salò. L’eccidio di Calvari, nel territorio del comune di San Colombano Certenoli, è stato commemorato stamattina, sabato 11 marzo.

In rappresentanza della Regione Liguria c’era il consigliere regionale Claudio Muzio: <In quelle ultime, drammatiche settimane in cui il conflitto volgeva ormai al termine, non si placarono la barbarie e la violenza, così la nostra terra fu ancora insanguinata da chi non si arrendeva alla vittoria, ormai imminente, che avrebbe riportato la pace e la libertà nel nostro paese>, ha detto durante la cerimonia, iniziata alle 10.30 con la deposizione delle corone e la celebrazione della messa presso la Cappelletta delle Paie. Sono seguiti il saluto del sindaco di San Colombano Certenoli, Giovanni Solari, e l’orazione commemorativa di Enrico Pignone, consigliere della Città Metropolitana. <E’ doveroso rendere omaggio alle vittime di questa ennesima strage, spesso giovanissime, che hanno combattuto fino all’ultimo per riportare nel nostro Paese la democrazia>, ha aggiunto Muzio, accompagnato dal Gonfalone della Regione. <A loro va il nostro rispetto e la nostra riconoscenza di cittadini e di uomini liberi>. Presenti anche altri sindaci del territorio.

 

 

 

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!