News

Atto vandalico contro la bacheca, “bravata insensata” per l’Anpi di Chiavari

Il presidente della sezione chiavarese dell’Anpi Roberto Kasman è grato per le manifestazioni di solidarietà espresse dopo l’atto di vandalismo ai danni della bacheca della sede di Chiavari, ma ritiene che il gesto in questione non sia stato perpetrato nei confronti dell’Anpi come istituzione e lo classifica come una bravata: <Amici carissimi, veramente un grande infinito grazie  a tutti coloro che hanno espresso una sincera solidarietà all’episodio di vandalismo alla bacheca dell’Anpi! Sull’evento però mi sento di dover riflettere: siamo sicuri che tale atto vandalico sia frutto di un diretto affronto all’Anpi, oppure è la solita espressione personale e violenta  verso chi avrebbe voluto togliere il persistente privilegio, facile e comodo, di parcheggiare la propria bici dove gli faceva più comodo, senza neppure immaginare che la tale bacheca rappresenta l’Anpi e i Suoi indiscussi valori.  Viviamo giornalmente tra  eventi di violenza ingiustificata e continui abusi espressi anche a livelli che dovrebbero essere di esempio.  Ciò evidenzia che molti ritengono che fare un “dispetto” per un giusto richiamo alle regole civili, sia il benestare per soddisfare  “giustizia fai da te” senza considerare che il confronto e il dialogo ed eventuale dibattito, sono la base di una buona  Democrazia tra la gente>. Per l’Anpi, quindi, l’episodio va considerato <una bravata insensata, magari un richiamo alle Istituzioni perché vigili di più ed elimini (come deve) abusi di posteggi selvaggi di auto, moto e bici, compreso posteggi sui passi pedonali e passi carrabili e aggiungo l’abbandono di rifiuti personali fuori orari e in ogni dove: ciò offende coloro che rispettano le regole>.

Torna su
error: Contenuto protetto!