Video

Grande emozione al Teatro della Tosse per l’Omaggio a Luigi Tenco: Roberta Alloisio, Armando Corsi e alcuni ospiti riuniti per ricordare il cantautore

Finalmente nessuna parola superflua, nessun commento, nessuna domanda, solo musica ed emozione. Qualcuno ha avuto il coraggio di ricordare Luigi Tenco per quello che ha lasciato al mondo: le sue parole e le sue canzoni. Canzoni che non sono solo il suo ultimo brano “Ciao amore Ciao”.
Luigi Tenco ha scritto moltissimi pezzi, alcuni troppo poco conosciuti, che la voce di Roberta Alloisio e le corde della chitarra di Armando Corsi hanno fatto rivivere in maniera attuale e personalissima.
Nessuna poltrona libera al Teatro della Tosse, dove i genovesi, tra i quali anche molti artisti, sono accorsi per non perdersi l’Omaggio a Luigi Tenco da parte di chi conosce bene la storia della musica, in particolare quella genovese, perché ne fa parte.
Roberta Alloisio e Armando Corsi sono una garanzia in fatto di professionalità e bravura ma ancora una volta sono riusciti a superare le aspettative del pubblico che li ama e li segue da tempo. Un feeling artistico il loro, che gli ha permesso di unire le loro forze e le loro arti per dare vita ad uno spettacolo-concerto molto coraggioso e complesso che ha visto la preziosa partecipazione musicale di un  grandissimo musicista, il chitarrista della Piccola Orchestra Avion Travel Fausto Mesolella.
In molti hanno cantato Tenco, ma in pochi lo hanno regalato al pubblico in maniera così completa e inedita.
Alcune ballate scritte dal cantautore sono state recitate per l’occasione dalla calda voce di due attori genovesi, Carla Peirolero e Enrico Campanati, un brano è stato riadattato in chiave  tanghera ed è stato arricchito dalla performance di due ballerini di Genova Tango Alessandra Costa e Max Fontanini. Particolarmente emozionante e apprezzata anche dalla famiglia Tenco, l’esibizione del gruppo corale Menestrelli diretto dalla maestra Elsa Guerci. I giovani coristi hanno cantato con grande trasporto “Cara maestra e il mio regno”.
In apertura una originale versione di  “Mi sono innamorato di te”. Roberta e Armando hanno deciso di donare al pubblico anche il brano “Luigi e gli americani”, composto da Giorgio Gaber, con il quale Tenco trascorreva le notti romane nel famosa locale Piper. Questa canzone, scritta da Gaber per uno spettacolo di Ombretta Colli, è contenuta come bonus track nel CD “Luigi” progetto discografico di Roberta Alloisio e Armando Corsi per ricordare il cantautore piemontese a cinquant’anni dalla sua scomparsa .
Un plauso quindi a  Roberta Alloisio, poliedrica artista  dalla spiccata sensibilità, che nell’interpretare questi brani così intensi e intimisti accompagnata da Armando Corsi, non si è snaturata ma ha messo sul palco non solo la voce ma anche la sua anima per omaggiare Luigi Tenco come solo i grandi sanno fare, sapendo valorizzare l’artista rimanendo se stessi.

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!