News

Dissequestrati 260 panettoni, rivenditore rischia maxi multa

Chiavari. Per l’Autorità giudiziaria aver tolto l’etichetta del produttore dall’involucro che contiene il panettone e averlo avvolto nella carta elegante della pasticceria che li vende, non è considerata frode in commercio: così i 260 panettoni sequestrati dai carabinieri del Nas di Genova pochi giorni fa sono stati dissequestrati. Ma la vicenda non sembra essere finita, poichè secondo i militari (scorrendo i vari articoli di legge) il cambio di incarto, senza riportare l’etichetta del produttore, potrebbe mettere in confusione il cliente riguardo alla provenienza del prodotto (pasticceria o industriale?). Quindi, per i militari – che vigilano sulla salute dei cittadini –  invece di una truffa in commercio si potrebbe parlare di un illecito amministrativo, sanzionabile con una multa di 6mila euro. Il condizionale è d’obbligo perchè la vicenda ancora non è conclusa.

L’affaire “panettoni”, dovrà essere approfondito dagli esperti del Nucleo Antisofisticazione dei carabinieri i quali hanno 90 giorni di tempo per “contestare” quanto deciso dall’autorità giudiziaria e definire la vicenda. Secondo i beninformati di tali procedure il caso potrebbe risolversi nel volgere di pochi giorni.

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!