News

Atp, raggiunto l’accordo

Genva. Dopo oltre nove ore di confronto nella sede della Città metropolitana di Genova, è stato raggiunto l’accordo per Atp con le organizzazioni sindacali. Il testo è stato firmato, davanti al prefetto Fiamma Spena, dal consigliere delegato ai trasporti della Città metropolitana, Nino Oliveri, dall’assessore regionale Gianni Berrino, dal presidente Maurizio Beltrami e dall’amministratore delegato Natalia Ranza di Atp Esercizio srl, dai rappresentanti delle organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt, Faisa Cisal, Ugl Fna, Usb Lavoro privato. <La Città metropolitana, gli altri azionisti e la Regione>, ha detto Oliveri, <hanno dato prova di senso di responsabilità e disponibilità al confronto con le organizzazioni sindacali che si è finalmente concluso con un accordo positivo per rafforzare con il contributo di tutti il futuro dell’azienda>. La Città metropolitana garantirà la ricapitalizzazione dell’azienda, con oltre 1,5 milioni dell’importo complessivo di 3  al quale parteciperà anche il socio privato di minoranza, mantenendo l’attuale assetto societario a maggioranza pubblica, sulla base di un adeguato piano industriale.

L’operazione è condizionata dal fatto che i comuni soci accettino, come già assicurato, una proroga dei termini per la restituzione del prestito redimibile, e dovrà rispettare le procedure previste dalle norme vigenti sulle società a partecipazione pubblica. Per approvare l’atto di indirizzo sulla ricapitalizzazione di Atp è stato convocato per mercoledì 21 dicembre il consiglio della Città metropolitana e i comuni soci di Chiavari, Sestri Levante e Rapallo hanno convocato i consigli rispettivamente stasera, il 22 e 23 dicembre, mentre Santa Margherita e Lavagna hanno già approvato la proroga del prestito il 14 e 15 dicembre scorsi, spiegano ancora dall’ente genovese. Il consiglio di amministrazione di Atp si impegna a svolgere ogni tentativo possibile per poter chiudere in modo positivo le partite economiche ancora aperte, nella finalità del riequilibrio del bilancio 2016. La Regione Liguria conferma l’impegno a stanziare nell’esercizio finanziario 2017 la somma di 600.000 euro per proseguire il progetto di contrasto all’evasione tariffaria, in due quote: la prima con un emendamento alla finanziaria regionale al voto il 22 dicembre prossimo e la seconda con successive variazioni di bilancio. Contestualmente Atp e organizzazioni sindacali hanno stipulato un accordo sul premio da erogare ai lavoratori per i risultati del progetto di contrasto all’evasione tariffaria. L’azienda presenterà il piano industriale, necessario per la ricapitalizzazione da parte dei soci e oggetto di confronto con le organizzazioni sindacali. Atp, che convocherà inoltre un tavolo con i sindacati per esaminare le problematiche aziendali emerse, non avvierà alcuna contestazione disciplinare nei riguardi dei dipendenti in relazione alle proteste di questi giorni. La Città metropolitana, con una nota inserita a verbale, ha manifestato la disponibilità <compatibilmente con l’obiettivo prioritario del mantenimento dell’equilibrio economico finanziario aziendale, determinato necessariamente dalle positive risultanze del piano industriale, a perseguire l’obiettivo di reperire fondi per concorrere al recupero da parte dei lavoratori, della parte economica della contrattazione integrativa decurtata, attraverso la procedura concordataria>.

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!