News

Scrive al Cardinale Bagnasco per una eredita’ condivisa con la Parrocchia

Chiavari. Costretto a rivolgersi al Cardinale di Genova, Angelo Bagnasco, per poter risolvere una questione ereditaria nella quale è coinvolta una Parrocchia: a tanto, dopo cinque anni di attesa, è dovuto arrivare un genovese (che vive nel levante genovese) stanco dei silenzi della Curia.

La vicenda si snoda a Lerici e, dopo anni di silenzio da parte della Curia spezzina, una mail, con preghiera di intervento, è stata inviata al Cardinal Bagnasco.

Il caso vede un immobile del valore di 500mila euro circa, situato nel piccolo comune a ridosso delle Cinqueterre, donato alla Parrocchia (nuda proprietà) il cui usufrutto, invece, è a favore del nipote di una coppia di cristiani devoti che anni fa lasciarono le loro volontà scritte nero su bianco.

Il nipote, cinquantenne, da anni sta cercando una soluzione ma, per contro, la Curia non solo non ha mai ufficialmente cercato una via d’uscita ma non ha nemmeno risposto alle proposte dell’usufruttuario. La casa deve essere ristrutturata perchè le sue condizioni non ne permettono alcun uso.

<<La situazione che mi logora – sostiene il genovese, nipote di coloro i quali hanno donato la nuda proprietà alla Chiesa – è che nessuno della Curia risponda, ad alcuna proposta. Abbiamo chiesto di acquistarla: non ci hanno risposto. Abbiamo avanzato l’ipotesi di una ristrutturazione (con l’intento poi di affittare la casa) per la quale serve sia il consenso sia una partecipazione alle spese da parte della proprietà. Ed anche in questo caso il silenzio. La casa, comunque, deve essere ristrutturata ma nessun segnale dalla Curia è mai arrivato. Se continuerà così saremo costretti a proseguire per vie legali>>.

Alcune settimane fa una mail del genovese, usufruttuario dell’immobile, è stata inviata all’importante prelato genovese, nonchè presidente della Cei, Angelo Bagnasco.

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!