News

Latin King, assoluzioni e pene più miti in secondo grado

Genova. Raffica di assoluzioni e pene notevolmente ridotte per gli otto imputati di origine sudamericana accusati di aver messo a segno, nel chiavarese, fra il 2012 e il 2013, una serie di aggressioni.

Nel marzo di questo anno il Tribunale di Genova aveva emesso condanne per 31 anni di reclusione tra gli imputati (fra i 19 ed i 23 anni), i cosiddetti “Latin King”.

Oggi la prima sezione penale della Corte di Appello di Genova ha letto il dispositivo con il quale ha ridimensionato considerevolmente le condanne.

A fronte dei 3 anni e 6 mesi per Ronaldo Mata Flores i giudici genovesi lo hanno condannato a 6 mesi di reclusione (lesione) e lo hanno assolto dalle minacce. Il Tribunale ha ridotto la pena ad 1 anno e 11 mesi (lesioni) per Jaen Carlos Zambrano Arteaga rispetto ai 4 anni e 8 mesi, assolvendolo per alcuni reati. Condannato a 1 anno e 9 mesi (lesioni) Leandro Salvatierra Gutierrez (rispetto ai 3 anni e 4 mesi del primo grado) assolto per altri reati. Sconto di pena importante anche per Andres Rosero Moscoso (difeso dal legale genovese Paola De Santis): 4 mesi di reclusione rispetto ai 4 anni e 8 mesi del primo grado. Anche lui assolto per altri reati.

Un anno e 3 mesi di reclusione per Fabricio Leon Minda rispetto ai 4 anni inflitti nel primo processo. Stessa condanna e diverse assoluzioni anche per Juan Aparacio Seancas che aveva avuto una pena di 4 anni. Quattro mesi di reclusione per Alexander Paredes Vargas rispetto ai tre anni e tre mesi del primo grado. Assolto per non aver commesso il fatto, infine, Leonardo Paredes Paredes. Sostanzialmente soddisfatti i legali Giovanni Roffo, Paola De Santis, Massimo Auditore, Claudio Zadra, Emanuele Tambuscio e Matteo Cereghino difensori degli imputati.

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!