News

Contributo per il pagamento delle bollette dell’acqua, a Sestri Levante

gallerie

Sestri Levante. Fino al 17 dicembre i cittadini residenti nel comune di Sestri Levante intestatari di una fornitura dell’acqua potabile nell’abitazione di residenza, potranno presentare domanda di contributo ATO se aventi i requisiti richiesti. Anzani, se titolari di un ISEE ordinario il cui valore non sia superiore a € 8.094,37, adeguato al valore Istat anno 2016, unitamente ai seguenti criteri integrativi: pur rientrando nel valore ISEE, € 8.094,37, possiedono beni immobili ad eccezione della casa di abitazione; possiedono ulteriori entrate a qualsiasi titolo percepite, esenti IRPEF, pensioni d’invalidità civile, indennità di accompagnamento, rendite INAIL, se aventi un ISEE superiore a € 6.284,23.

Adulti e famiglie con bambini, se titolari di un ISEE ordinario il cui valore non sia superiore a € 6.500; oltre all’ISEE che sarà autocertificato, nella domanda dovrà essere allegata una bolletta pagata dell’acqua potabile dell’anno 2016. Potranno partecipare anche coloro che pagano l’acqua all’interno delle spese condominiali dietro presentazione di una rata pagata del condominio anno 2016. Il modulo potrà essere ritirato e riconsegnato presso lo sportello unico della area 3–servizi alla persona, in viale Dante 134 al piano terra, nei giorni di lunedì dalle 8.00 alle 12.00, mercoledì dalle 9.00 alle 16.00 e venerdì dalle 8.30 alle 12.30, o presso l’Urp di piazza Matteotti 3 al piano terra, il lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 13.00, il lunedì anche dalle 14.00 alle 17.00, il mercoledì orario continuato dalle 8.30 alle 17.00 e il sabato dalle 8.30 alle 12.00. Il modulo potrà altresì essere reperito sul sito internet www.comune.sestri-leante.ge.it. Dice l’assessore alle politiche sociali Lucia Pinasco: <Il contributo va a sostegno delle famiglie con redditi medio bassi per il pagamento delle utenze di gas e acqua, è rimasto invariato lo stanziamento del budget messo a disposizione dall’Ambito Territoriale Ottimale così come i criteri di distribuzione ai nuclei famigliari concordati con i comuni del distretto. Invitiamo la cittadinanza a rivolgersi ai nostri punti d’accesso per chiarimenti inerenti alla presentazione delle domande di “Contributo ATO”>.

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!