News

Regione: depuratore di Portobello, interrogazione della Lega Nord

Genova. Il consigliere regionale della Lega Nord Alessandro Puggioni ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto alla giunta quanto abbiano inciso sui cittadini di Sestri Levante, le sanzioni elevate nei confronti della Società Idrotigullio S.p.A. per gli inadempimenti normativi e le carenze strutturali dell’impianto di depurazione di Portobello.

<Da alcuni documenti ufficiali si evince che il depuratore ha subìto interruzioni dal 12 febbraio al 7 aprile 2016, a causa di un’avaria al comparto di compattazione del grigliato, con un riavvio solo parziale il 16 febbraio, poi dal 17 al 24 giugno 2016, a causa di un’avaria meccanica al comparto di grigliatura, e, infine, una sospensione parziale dell’attività dal 5 al 25 luglio 2016, per un’avaria meccanica al sedimentatore>. Puggioni ha sottolineato inoltre, che l’impianto non ha l’autorizzazione provinciale allo scarico dei reflui trattati in mare e che Arpal ha rilevato violazioni, sanzionate in via amministrativa o penale, per le gravi insufficienze strutturali dell’impianto. L’assessore regionale al ciclo delle acque Giacomo Giampedrone ha replicato che i dipartimento territorio ed ecosistema costiero e acqu,  aveva chiesto una relazione sulla vicenda alla città metropolitana, a Idrotigullio e Arpal ricordando che, sulla base della normativa regionale, tutte le funzioni in materia di servizio idrico integrato sono attribuite alle province e, per quanto riguarda l’ATO centro-est, alla città metropolitana. Nel caso in cui l’autorità competente elevi sanzioni per problemi di natura strutturale le ricadute tariffarie vengono distribuite sull’intera utenza dell’ambito interessato quindi, nel caso specifico, nell’ATO centro est.

Torna su
error: Contenuto protetto!