Pillole #antistress

Pillole #antistress: che cos’è lo stress?

Che cos’è lo stress?
Non possiamo fare una rubrica che si chiama Pillole #antistress senza fare un cenno a che cosa è lo stress. Tutti sappiamo o pensiamo di sapere cosa è lo stress perché abbiamo sperimentato qualche volta sintomi psico – fisici difronte a situazioni o eventi stressanti nella nostra vita. Ad esempio…sensazioni di disagio o ansia, insonnia, sensazioni di grande stanchezza ed esaurimento, palpitazioni o battito cardiaco irregolare, irrigidimento muscolare, mal di testa, contrazioni delle viscere in particolare a livello di stomaco e/o addome…
Il termine STRESS deriva dal latino “stringere”che possiamo tradurre con irrigidirsi.
Lo stress è la reazione di adattabilità del nostro organismo a qualsiasi richiesta endogena o esogena che richiede un nuovo adattamento, ovvero una risposta per ristabilire un normale equilibrio. Lo stress è il gap – lo squilibrio tra richieste ambientali, ad esempio, e le risorse personali che mettiamo in atto per affrontare gli stressor. Lo stress è quindi naturale ed è necessario che ci sia, il malessere è tale quando lo stress diviene prolungato o cronico.
Esiste uno stress “passivo” da assenza di stimoli, soddisfazioni, motivazioni e uno stress “attivo” che forse è quello che sperimentiamo maggiormente, perfettamente in linea con la frenesia dei ritmi a cui siamo sottoposti, la produttività a cui dobbiamo sottostare e la complessità degli stimoli a cui cerchiamo di rispondere qualora ne siamo consapevoli.
La parola “consapevolezza” che non a caso è il sottotitolo della nostra rubrica è una parola chiave e ci fa intuire da un lato quanto, attivando la consapevolezza e affinando l’ascolto dei sintomi psico – fisici già dalle prime manifestazioni, possiamo modulare la risposta fisiologica e prevenire lo stress cronico; dall’altra ci permette di divenire consapevoli degli stressor, ovvero fattori, cause, eventi o agenti nocivi che innescano la sindrome generale di adattamento. Ovviamente l’impatto di tali fattori risulta diverso a seconda della percezione e valutazione individuale di tali eventi. E’ interessante sottolineare che gli stressor possono essere di diversa natura: non solo relazioni interpersonali e situazioni difficili, problematiche di ordine fisico quali l’esordio di malattie, perdite tra cui lutti, separazioni e,o eventi che comunemente consideriamo “negativi”….. ma anche cambiamenti tra cui si annoverano i matrimoni 😉
Cosa avviene a livello biochimico nel nostro organismo?
La nostra risposta fisiologica allo stress avviene a livello di sistema nervoso simpatico – quello di cui abbiamo parlato nel 1° appuntamento della nostra rubrica – e a livello dell’asse ipotalamo -ipofisi – surrene con la produzione di vari ormoni tra cui il cortisolo, il cosiddetto ormone dello stress, che aumenta in situazioni stressanti. Alcuni effetti del cortisolo: induce un aumento della gittata cardiaca; aumenta la glicemia, riduce le difese immunitarie; diminuisce la sintesi di collagene e della matrice ossea, accelerando l’osteoporosi;…help!
ATTENZIONE ALLO STRESS!
Buona settimana e a giovedì prossimo!

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!